contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Il Vanvitelli Stracca Angelini e Legambiente insieme per l’Esino

2' di lettura
2374

Firmata questa mattina la convenzione per accrescere la formazione professionale in campo ambientale Coinvolti gli studenti del terzo anno del corso di Biotecnologie ambientali

Educare i ragazzi al rispetto dell’ambiente, far conoscere agli studenti le problematiche legate all’inquinamento dell’ambiente, potenziare l’interesse per le discipline che caratterizzano l’indirizzo, sviluppare le competenze laboratoriali tramite la conoscenza e l’utilizzo delle analisi chimiche e biologiche delle acque con le metodiche ufficiali, caratterizzare il corso Biologico Ambientale per sensibilizzare un numero sempre maggiore di ragazzi allo studio dell’ambiente e delle sue problematiche. Questi gli obiettivi della convenzione che è stata firmata questa mattina dal presidente di Legambiente Marche Luigino Quarchioni e dal dirigente scolastico dell’Istituto Vantivetelli Stracca Angelini Paola Guidi.

“Insieme per l’Esino” è il nome del progetto che sarà portato avanti dagli studenti del terzo anno del corso di biotecnologie ambientali per analizzare l’ambiente fluviale, soprattutto lo stato di salute del fiume Esino, attraverso analisi chimiche e biologiche che prevedono l’uso di tutte metodiche ufficiali. “Gli alunni del corso ambientale faranno tre uscite nell’arco dell’anno scolastico presso il fiume Esino durante le quali impareranno a fare campionamenti, analisi in loco quali: temperatura, pH, riconoscimento dei macroinvertebrati e successivamente nei laboratori di chimica e di microbiologia della scuola eseguiranno, sotto la guida degli insegnanti ed il supporto tecnico-scientifico di Legambiente, altre analisi seguendo scrupolosamente le metodiche ufficiali – dichiara Paola Guidi, Dirigente Scolastico dell’Istituto Superiore.

Il progetto prevede nel corso del triennio di specializzazione l’introduzione di analisi sempre più complesse proporzionalmente alla preparazione dei ragazzi con lo scopo di ottenere così, alla fine degli studi, una preparazione tecnica il più possibile completa e all’avanguardia”. “Investire sulla formazione dei giovani è stato sempre l’obiettivo della nostra associazione – aggiunge Luigino Quarchioni, presidente di Legambiente Marche -. Incrociare il mondo della scuola con l’associazionismo e alcune esperienze concrete, obiettivo di questo progetto è una straordinaria occasione di formazione non solo per gli studenti ma per tutti i soggetti che partecipano. Un’occasione di crescita per tutti che speriamo possa proseguire e coinvolgere anche altri istituti”.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2012 alle 00:18 sul giornale del 26 ottobre 2012 - 2374 letture