contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
articolo

'Fare': ad Ancona lo sport contro il razzismo arriva al Piano. Brisighelli 'Un messaggio importante in una zona critica'

2' di lettura
2603

Michele Brisighelli, Alessio Abram Assata e Giovanni Barone Uisp

Ad Ancona lo sport contro il razzismo arriva al Piano grazie a 'Fare', ma soprattutto alla Uisp di Ancona e all'Assata Shakur. Brisighelli 'Un messaggio importante in una zona critica'.

Si terrà domenica 28 ottobre in Corso Carlo Alberto, dalle 11 alle 17, la manifestazione sportiva promossa da 'Fare' (Football Against Racism in Europe) che permetterà un giorno d'incontro all'insegna dello sport, quello che va contro ogni forma di razzismo. E' così che la zona pedonale e la zona antistante alla Coop saranno allestite per un giorno per ospitare l'evento: campi da basket... con tanto di tornei e tante attività sportive e tradizioni incluse: tiro alla fune, corsa con i sacchi e non solo. L'evento é aperto anche ai giochi di altre nazionalità e chi vorrà proporle. Mnetre la Parrocchia dei Salesiani offrirà il campo per i tornei di calcetto.


La manifestazione che si terrà al Piano grazie ai mebri 'Fare', la Uisp Ancona e l'Assata Shakur, fa parte di una rete di associazioni e di istituzioni, fra cui UEFA , FIFA e UISP, che combatte attraverso il calcio ogni forma di razzismo e discriminazione razziale. La rete promuove ogni anno una 'action week': una serie di iniziative rivolte a sensibilizzare l’opinione pubblica sul razzismo.

“Vogliamo sensibilizzare gli anconetani al tema del razzismo - ha esordito Giovanni Barone Presidente Uisp Ancona - e per fare questo abbiamo scelto Piano San Lazzaro - perchè é una zona critica e con alta percentuale di extracomunitari. La volontà é quella di creare integrazione attraverso lo sport."

"Partiamo già sabato 27 ottobre a Candia - ha affermato Alessio Abram dell'Assata Shakur - e si prosegue domenica 28 al Piano in Ancona. Si realizza grazie alle istituzioni e non solo una grandissima giornata di progetti. Non vogliamo che questo quartiere venga etichettato, ma desideriamo che questo quartire si a una risorsa non un problema. Lo sport é un vincolo naturale al fine dell'integrazione, noi ci crediamo. Meglio un progetto che telecamere ed esercito."

Una manifestazione che possa dunque lasciare un messaggio forte contro il razzismo ed a favore dell'integrazione. D'accordo l'ass. allo Sport Michele Brisighelli che plaude all'iniziativa: "Non siano le sole risorse economiche a consentire di migliorare le situazioni sociali, ma anche messaggi speciali che le associazioni si adoperano a mandare. Per questo un grazie al tessuto associazionistico locale." Presente alla presentazione anche David Miani dell'associazione “Sosteniamo l'Ancona”, nonché una rappresentanza di giocatori, un anconetano, uno del Camerun ed un romeno.

In caso di maltempo la manifestazione si terrà comunque, anche se in modo ridotto, si terrà agli impianti dei Salesiani.





Michele Brisighelli, Alessio Abram Assata e Giovanni Barone Uisp

Questo è un articolo pubblicato il 26-10-2012 alle 23:37 sul giornale del 27 ottobre 2012 - 2603 letture