Ballanti: strisce blu e cittadella giudiziaria al Savoia, 'Manca una seria politica di attenzione alla mobilità'

Daniele Ballanti 2' di lettura Ancona 28/11/2012 - Il Presidente di M&P Nespoli dichiara che i dirigenti del Commercio, che hanno chiesto i parcheggi del centro gratuiti il sabato per “incentivare” l’afflusso di potenziali compratori in centro, devono trattare direttamente con l’Azienda.

Risulta che gli Assessori Celestini e Signorini siano orientati a soddisfare tali richieste, nonostante le difficoltà economiche attuali. Noi invece vorremmo sottolineare e ricordare a tutti, Palazzo compreso, che l’indirizzo sulla mobilità spetta esclusivamente alla Politica, non a Associazioni o Aziende, seppur pubbliche. Apprendiamo sempre dai quotidiani che il parere del Ministero della Giustizia, sulla decisione della Giunta, dove noi non siamo rappresentati e quindi non conosciamo le sue delibere, è favorevole al concentrare all’ex Liceo Savoia gli Uffici Giudiziari e pertanto può iniziare l’iter dei lavori. Su entrambe le questioni noi siamo fermamente contrari, preoccupati per le ripercussioni che tali decisioni avranno sulla mobilità: più auto attratte in centro, più traffico e più inquinamento, tutto il contrario di quello che servirebbe! E il nostro parere non è stato chiesto!

Anzi da mesi sollecitiamo politiche di priorità per la mobilità pubblica, come è scritto sul programma di governo, mentre invece gli Amministratori la penalizzano continuamente in questo anno nero per il trasporto pubblico. Però i soldi per i parcheggi gratis si sono sempre trovati! Della gratuità dei parcheggi non c’è n’è assolutamente bisogno, come detto dal Presidente Nespoli, perché quando ci sono iniziative il centro è pieno di persone anche se i parcheggi sono a pagamento; la Cittadella Giudiziaria al Savoia attrarrebbe troppo traffico, mentre la sede dell’ex Nautico sarebbe da preferire in quanto l’accesso viario sarebbe nella zona dell’asse a nord del porto ed il traffico, transitando sulla Banchina da Chio, non impatterebbe su quello del centro.

In ogni caso Ancona è carente di serie politiche sulla mobilità che garantiscano la sostenibilità ambientale e riduzione delle emissioni inquinanti, quindi invitiamo gli Assessori a pensare a questa priorità prima di tutto. Inoltre, secondo noi, i fondi necessari per regalare i parcheggi andrebbero destinati (il mezzo lo si trova se c’è volontà politica) a sostenere i precari, i cassaintegrati, a chi soffre per la mancanza di lavoro (pensiamo alla situazione Fincantieri). Questo serve ai cittadini, più attenzione al sociale e alla mobilità sostenibile.


da Daniele Ballanti
Coordinatore comunale Api




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-11-2012 alle 17:42 sul giornale del 29 novembre 2012 - 1313 letture

In questo articolo si parla di attualità, api, ancona, Daniele Ballanti, Api Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/GCC





logoEV
logoEV