Corso Amendola: il presidente della prima circoscrizione, Susanna Dini. 'Doveroso ascoltare il quartiere'

illuminazine pincio 3' di lettura Ancona 30/11/2012 - Sulla spinosa questione Corso Amendola interviene il presidente della prima circoscrizione, Susanna Dini. "Doveroso, ascoltare un quartiere che si esprime dopo essere stato interpellato. A maggior ragione quando si esprime ad alta voce."

“Come Presidente di Circoscrizione mi sento in dovere di esprimere alcune considerazioni relative alla questione del senso unico di Corso Amendola, perché credo molto nella partecipazione democratica delle scelte, e la Circoscrizione è proprio l'organismo che si interfaccia per prima con i residenti di un quartiere. Corso Amendola è una delle vie principali del quartiere Adriatico, con 110 negozi, bar, supermercati, farmacie, il mercato Maratta, che è uno dei mercati storici di Ancona e che due giorni a settimana è affiancato dal mercato ambulante. Da sottolineare che quest'anno in Corso Amendola si affacciano oltre alle due Scuole storiche del quartiere (Scuole medie Pascoli e Scuole elementari De Amicis), anche le Scuole Medie Leopardi e una parte delle Scuole Antognini, che sono state trasferite da altri quartieri, comportando sicuramente un disagio sia ai genitori (che si trovano a dover attraversare la città per portare i figli a scuola) sia sicuramente ai residenti e a chi vive il quartiere che tutte le mattine ha a che fare con un traffico più importante. Ed è doverono un ringraziamento ai vigili urbani sempre presenti la mattina.

E' sotto gli occhi di tutti, quindi, che Corso Amendola - sia per la sua vocazione commerciale e residenziale, sia per le nuove funzioni che qui sono state trasferite - è diventata particolarmente cruciale nella mappa della viabilità non solo rionale, ed in certi orari presenti anche più di un problema, e che il traffico e il parcheggio diventino molto spesso caotici e difficoltosi. E' giusto e anzi indispensabile cercare nuove soluzioni sia per il traffico sia per combattere l'inquinamento: per questo ringrazio gli Assessori che stanno mettendo mano a queste problematiche e di averlo fatto in maniera partecipata, coinvolgendo tutto il quartiere. Sono state organizzate in Circoscrizione due Assemblee, una con i commercianti, una con i residenti di tutto il quartiere, entrambe molto partecipate. Come Presidente di Circoscrizione ringrazio tutti gli intervenuti: sono convinta che non c'è più ampia forma di partecipazione democratica che portare idee e contributi alla scelte sul proprio quartiere. E sono altrettanto convinta che quando si chiamano i cittadini per condividere le scelte, poi bisogna ascoltarli.

Residenti e commercianti del quartiere Adriatico, poi, sono particolarmente attivi nella collaborazione con la Circoscrizione e per organizzare iniziative, in particolare quelle volte proprio alla riscoperta di Corso Amendola e quelle volte alla difesa del proprio rione. Le circa 2000 firme raccolte contro il senso unico, sono lì ancora una volta a dimostrarlo. Io credo, quindi che sia appunto doveroso, ascoltare un quartiere che si esprime dopo essere stato interpellato. A maggior ragione quando si esprime ad alta voce”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-11-2012 alle 16:34 sul giornale del 01 dicembre 2012 - 2300 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, comune di ancona, luci pincio, Corso amendola

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/GH0





logoEV
logoEV