Duca: 'Patto scellerato: si ridia la parola ai cittadini'

Eugenio Duca 1' di lettura Ancona 30/11/2012 - "Mentre il capogruppo del PD, con un intervento sofferto ma di indubbia lucidità e onestà intellettuale, annunciava che la consiliatura è finita, i soliti noti, favisti in testa, rilanciavano su un possibile apporto di voti al Sindaco, in cambio dei posti nelle partecipate e in giunta." Commenta così l'attuale situazione politica, Eugenio Duca, il capo gruppo di Sinistra per Ancona.

Uno spettacolo squallido cui si stanno sdraiando anche alcuni Consiglieri del PD, che si dichiarano "bersaniani", altri che si considerano "renziani" ma che si comportano da "berlusconiani", disposti ad ingoiare ogno rospo pur di accontentare la richiesta di prebende IdV e UdC.

Tutte forze politiche che sistematicamente riescono ad impedire il raggiungimento del numero legale del Consiglio per aumentare il peso del ricatto: tanto pagano i cittadini. In questi giorni i cittadini cominciano a pagare il saldo IMU: anche 1.200 euro sulla seconda casa; oltre quattrocento per la prima casa; un salasso per le attività produttive.

Tutto questo grazie al patto scellerato e sciagurato Gramillano - Favia. Ora basta. Si ridia la parola ai cittadini e si voti a marzo insieme alle politiche. Gramillano compierebbe una buona azione con un sensibile risparmio di costi. E "via" Favia.






Questo è un articolo pubblicato il 30-11-2012 alle 18:54 sul giornale del 01 dicembre 2012 - 1069 letture

In questo articolo si parla di attualità, politica, ancona, sinistra per ancona, Eugenio Duca, Sinistra

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/GIP





logoEV