Basket: per la Sutor una vittoria che vale doppio, Biella ko 82-75

Sutor, fabi shoes Montegranaro 3' di lettura Ancona 03/12/2012 - Gialloblù costretti ad inseguire per tre quarti, poi la zampata decisiva ed il sorpasso nell'ultimo parziale. Domenica prossima in casa della capolista Varese.

Nelle dichiarazioni di parte Sutor nel post-partita la parola più ricorrente è stata "finalmente". Finalmente la prima vittoria al PalaRossini, finalmente una rimonta dopo averne subite tante e con una prestazione (finalmente) di squadra in cui il collettivo ha saputo sopperire alle carenze dei singoli, proprio come da tempo predica coach Recalcati. Ed è così tornata la vittoria dopo tre sconfitte consecutive e per di più con una diretta concorrente nella battaglia per la salvezza, con la classifica che è ora meno preoccupante. Due le buone notizie arrivate in settimana in casa Sutor con la firma di Valerio Amoroso (applaudissimo) ed il prolungamento del contratto di Freimanis, mentre Biella deve rinunciare ad un tipo come Brackins, oltre a Soragna. Inizio fiacco da parte di entrambe le squadre con giocate confuse e molti errori, è trasparente la tensione per l'importanza della posta in palio.

Punteggio basso (9 pari a 3'30" al termine), ma di seguito gli ospiti trovano un break di 9-2 chiudendo il primo quarto avanti sul 13-20. Biella sempre a condurre nel secondo parziale, poi a poco meno di quattro minuti all'intervallo arriva la prima tripla dei marchigiani ad opera di Burns che porta i suoi a stretto contatto sul 30-31. I piemontesi riprovano l'allungo e guadagnano terreno andando al riposo sul 35 a 41. Alla ripresa delle ostilità ci si attende la reazione dei gialloblù, ma Biella regge e nella seconda parte del terzo parziale accelera arrivando a +11 a poco più di tre minuti al termine (46-57). Una tripla di Slay sulla sirena consente a Montegranaro di ridurre il divario e di andare all'ultimo intervallo sotto ancora di 6 lunghezze (55-61). In apertura dell'ultimo parziale una Sutor più aggressiva mette in difficoltà gli attacchi avversari e produce un break di 5-0 che la riporta a -1, poi con una schiacciata in contropiede di Burns arriva il sorpasso sul 62 a 61.

Biella è ancora in partita grazie soprattutto ad un grande Johnson (alla fine 31 punti per lui), ma un tap-in di Amoroso ed una tripla di Burns portano il vantaggio dei padroni di casa sul 73 a 69 quando mancano 1' e 39" al termine. Il PalaRossini è una bolgia, un'altra tripla di Slay a 33" dalla sirena innesca i titoli di coda e la gara si chiude sul punteggio di 82 a 75. Forse la più bella prova del collettivo gialloblù, anche secondo il parere di un soddisfatto Recalcati. Migliori marcatori nelle fila sutorine Slay e Burns con 19 e 18 punti, dall'altra parte, oltre al già citato Johnson, buona la prova di Robinson.

Incamerati questi due preziosissimi punti, in casa Sutor si respira un'aria più serena; da domani si può cominciare a pensare senza particolari pressioni alla trasferta di domenica prossima a Masnago in casa della capolista Varese. Capolista che ieri è incappata nella prima sconfitta in campionato sul parquet della Virtus Roma, ma è comunque sempre da sola in testa alla graduatoria.






Questo è un articolo pubblicato il 03-12-2012 alle 15:40 sul giornale del 04 dicembre 2012 - 603 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, ancona, Armando Lorenzetti, fabi shoes montegranaro, sutor

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/GNp





logoEV