Conclusa la IX edizione di Corto Dorico 2012: teatro pieno nonostante le intemperie

corto dorico 2012 4' di lettura Ancona 09/12/2012 - Conclusa la IX edizione di Corto Dorico 2012: teatro pieno nonostante le intemperie. Ecco i vincitori della sezione a tema sociale.

Si è conclusa la kermesse di cinema lunga 5 giorni, fra l’emozione e l’entusiasmo sia del pubblico che dei partecipanti, con un teatro Sperimentale pieno anche ieri sera per l’ultimo appuntamento con la finale dei corti a tema sociale, nonostante il freddo, la neve e il vento. “Un’edizione nel segno della partecipazione: ottimo viatico per il nuovo Ancona Film Festival del 2013”, commenta con soddisfazione Valerio Cuccaroni, presidente di Nie Wiem, l’associazione ideatrice e organizzatrice di Corto Dorico. Un’edizione del festival del cortometraggio di cui vale la pena dare qualche numero: circa 1.700 presenza di cui 300 studenti medi e medi superiori provenienti da 15 scuole della regione, 3 festival italiani di cinema internazionale coinvolti nella giornata “Cinema e cittadinanza globale”, 14 registi in concorso con i loro staff (sceneggiatori, produttori e attori compreso un cane), 4 giurati di qualità di livello internazionale, 16 anni l’età media della giuria giovani.

E ancora, 90 minuti di video dagli spazi “liberati”, 300 minuti di pellicole d’autore (i film di Ciprì, Poesia bianca di Massi, Terramatta di Quatriglio), 300 minuti di cortometraggi, 7000 euro di montepremi totale, una dozzina di premi assegnati. Il bilancio di Corto Dorico dice anche che il Pierluigi Ferrandini (Bari) è stato il regista più premiato, “Oroverde” sulle rivendicazioni delle tabacchine pugliesi d’inizio secolo il corto più premiato e Amin Nour di “Babylon Fast Food” l’attore più applaudito. Un’edizione indimenticabile. Ecco, dunque, i vincitori della sezione a tema sociale proclamati ieri sera al teatro Sperimentale dopo la proiezione dei sette cortometraggi in concorso. Premio Nie Wiem al miglior cortometraggio d’impegno civile (2.500 euro) a “L’intruso” di Filippo Meneghetti. La motivazione dell’Associazione Nie Wiem recita: «Un piccolo grande film, capace di raccontare in modo rigoroso, solido e asciutto, con una regia matura e prove attoriali convincenti, le angosce e le pulsioni che agitano una provincia italiana e i suoi abitanti, metafora di un Paese impaurito, fragile e vulnerabile, avviluppato nelle ansie del presente. Per questi motivi e grazie all’originale amalgama cinematografico di fenomeni quali il timore del diverso, lo sfarinamento delle solidarietà sociali e locali, le complesse e difficili relazioni tra persone e generazioni”.

Premio Coos Marche (500 EURO) a “Oroverde” di Pierluigi Ferrandini Motivazione della Giuria composta da soci della cooperativa di COOSS Marche: «Per l'attenzione posta alla tematica del lavoro e alle battaglie in sua difesa, ieri come oggi. Il lavoro è percepito da “Oroverde” come diritto e valore da difendere.» Premio della stampa “Tema sociale” (Eleonora Camillli di Redattore Sociale, Luca Caprara di Radio Fano e San Marino TV) va anch’esso a Pierluigi Ferrandini per “Oroverde”, il medesimo film a cui Amnesty International Italia per i diritti Umani riserva una menzione speciale (il Premio Amnesty è stato consegnato ieri a “Lutto di civiltà” dello stesso regista). Mentre la menzione speciale della giuria stampa va a “Cargo” di Carlo Sironi.

Premio Babel TV di Sky (500 euro + trasmissione del corto su Babel tv) ad Alessandro Valori per “Babylon Fast Food”, per il valore della scrittura, della direzione degli attori e della fotografia, nonché per le tematiche in linea con il canale Tv che considera l’immigrazione come una risorsa e riserva grande attenzione ai ragazzi figli di immigrati di seconda generazione che insieme agli italiani di sempre costituiscono il futuro del nostro paese. Il Premio “Cinema e Cittadinanza Globale” al miglior cortometraggio della rete di Festival di Cinema sociale è stato assegnato ieri dagli studenti medi e medi superiori delle Marche a “The change” di Fabian Ribezzo che ha partecipata al “Terra di Tutti Film Festival”. Babel TV, media partner di Corto Dorico, trasmetterà tutti i film proiettati durante la giornata dedicata al cinema d’impegno sociale. Anche il Premio del pubblico e Premio della giuria giovani convergono su “Oroverde” di Pierluigi Ferrandini. I giovani aggiungono una menzione speciale a “Los aviones que se caen” di Mario Piredda per il messaggio di speranza contenuto nel film interamente girato a Cuba.

Info: www.cortodorico.it






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-12-2012 alle 22:33 sul giornale del 10 dicembre 2012 - 688 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, corto dorico, 2012, film festival

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/G4e





logoEV
logoEV