Corto Dorico chiude con l’omaggio al cinema di Daniele Ciprì e la finale dei corti a tema sociale

3' di lettura Ancona 07/12/2012 - Sabato 8 dicembre: Corto Dorico si chiude con l’omaggio al cinema di Daniele Ciprì e la finale dei cortometraggi a tema sociale

Da questa mattina, il teatro Sperimentale è gremito di studenti medi e medi superiori provenienti dalla regione, coinvolti in una delle tematiche più congeniali a Corto Dorico: cinema e diritti umani. Con il filmaker Angelo Loy e in collaborazione con Babel Tv di Sky, i 300 ragazzi marchigiani entrano in contatto con la rete “Cinema e cittadinanza globale” costituita da sei festival italiani per raccontare e documentare l’attività delle Ong in diversi Paesi del mondo. Nel pomeriggio di oggi la giovane platea assegnerà un proprio premio ai corti proposti, dopo avere ascoltato i relatori della tavola rotonda (tra i quali Isabella Tombolini di Amnesty International Ancona e Marina Maurizi esperta di cooperazione internazionale per la Regione Marche) e le parole di Angelo Loy, documentarista pluripremiato per le sue produzioni. Sabato 8 dicembre (ore 21, Teatro Sperimentale), proprio con la proiezione dei sette cortometraggi finalisti a tema sociale e l’assegnazione dei relativi premi si conclude Corto Dorico 2012.

Sette film di livello alto per tecniche realizzative ed interpretative di cui questo è l’elenco: “Oroverde” di Pierluigi Ferrandini sulle proteste operaie nella Puglia del 1935; “Enter Fukushima” del marchigiano Alessandro Tesei che si è addentrato nella No-Go Zone Giapponese con la sua macchina da presa; “L’intruso” di Filippo Meneghetti sulla paura del diverso nella provincia veneta; “Della mutevolezza di tutte le cose e della possibilità di cambiarne alcune” di Anna Marziano sul terremoto dell’Aquila; “Cargo” di Carlo Sironi sulla prostituzione; “Babylone Fast Food” di Alessandro Valori sull’integrazione razziale; “Lo aviones que se caen” di Mario Piredda sui sogni dei cubani. Al vincitore del Premio Nie Wiem (l’associazione che organizza Corto Dorico) andranno 2.500 euro. Mentre Amnesty International Italia per i Diritti Umani e Cooss Marche assegneranno i loro premi di 500 euro ciascuno. Il riconoscimenti attribuito dalla giuria stampa consiste in una targa più “Dorico” riserva Docg dell’Azienda Moroder un vino prodotto con uve Montepulciano solo nelle migliori annate, il primo vino marchigiano a ricevere i “tre bicchieri” della guida Gambero Rosso. Un altro vino eccellente della regione sarà il Premio attribuito dal pubblico, il “Grigiano” Conero riserva Docg dell’azienda Malacari.

Infine, sarà una targa il premio al miglior corto a tema sociale attribuito dalla giuria giovani. L’atteso omaggio al cinema di Daniele Ciprì è in programma sabato pomeriggio dalle ore 16, sempre al teatro Sperimentale. Alla presenza del cineasta palermitano verrà ripercorsa la sua carriera di regista solista, con la proiezione del documentario “Era una volta” sul più grande puparo siciliano Mimmo Cuticchio; del film “E’ stato il figlio” vincitore del premio per la migliore fotografia all’ultima Mostra del Cinema di Venezia; di altre “chicche” tra le quali l’anteprima del backstage di “E’ stato il figlio”. L’altro omaggio del festival Corto Dorico, quello di ieri a Simone Massi, organizzato in collaborazione con la Fondazione Marche Film Commission, ha catturato il pubblico del Cinema Goldoni, affascinato da una poesia tenera e violenta che trova le sue immagini in eterna mutazione nel passato contadino della terra marchigiana. Info: www.cortodorico.it | info@cortodorico.it








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-12-2012 alle 16:58 sul giornale del 10 dicembre 2012 - 855 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, corto dorico

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/G1B





logoEV
logoEV