Ancona e Falconara: tanta eroina da immettere nel mercato locale. Dopo giorni di indagini scattano le manette per tre pusher

unità cinofila 2' di lettura Ancona 14/12/2012 - Tanta eroina da immettere nel mercato locale in questi giorni pre natalizi. E dopo giorni di indagini da parte della Polizia che scattano le manette per tre giovani pusher. Lo stupefacente sarebbe stato smerciato tra Falconara ed Ancona in ingenti quantità.

A distanza di pochi giorni dalle ultime operazioni di Polizia, nella mattinata di giovedì gli uomini della Squadra Mobile di Ancona hanno tratto in arresto altri tre importanti spacciatori di droga. Si tratta di tre maghrebini tutti clandestini che gestivano uno spaccio di Eroina nelle piazze tra Ancona e Falconara.

A finire in manette tre pluripregiudicati: il 31enne H.S., il 28enne Y.B. e il 24enne T.T., queste le loro iniziali. Da qualche giorno, infatti, i Poliziotti dell’Antidroga gli stavano addosso: continui appostamenti nei pressi dell’abitazione dei tre. Ed é proprio in uno di questi servizi che uno dei tre tunisini veniva notato mentre si accingeva furtivamente verso un cespuglio vicino all’abitazione. I sospetti si moltiplicano e i poliziotti continuano appostamento, dopo appostamento nel loro lavoro, nononostante il forte freddo. Diversi, infatti, i pomeriggi e le sere in attesa di coglierli in fallo e riuscire ad avere un quadro completo della loro attività illecità.

Frequente anche il via vai dei clienti eroinomani che si fermavano davanti all’abitazione. E poi giovedì mattina, quando ogni tassello del mosaico era stato messo nella giusta posizione, grazie ai Poliziotti della Squadra Mobile di Ancona, in collaborazione con l’Unità Cinofila della Polizia di Stato, scatta il blitz. I tre delinquenti sono stati 'pizzicati' con quasi mezzo etto di eroina suddivisa in circa 60 involucri di varie dimensioni e pesi. La droga, di lì a poco, sarebbe stata immessa nel mercato anconetano e falconarese.

Da un'accurata perquisizione i poliziotti hanno rinvenuto anche una normale bottiglietta di succo rigorosamente chiusa con tanto di tappo e nastro adesivo, ma all'interno la sorpresa: oltre ad alcuni grammi di riso per assorbire l’umidità, diversi involucri di eroina colorati e di varie dimensioni e pesi. Tutti sigillati tramite vulcanizzazione per renderli impermeabili e facilmente ingeribili per essere poi consegnati ai clienti.

Inoltre grazie all’unità cinofila, intervenuta sul posto, che un cane antidroga rinveniva un contenitore di plastica per alimenti anch'esso chiuso ermeticamente con tanto di riso e tanti altri involucri di eroina. Per loro, dunque, nulla da fare: arrestati. Ora il terzetto si trova rinchiusio presso il Carcere di Montacuto a disposizione del Sostituto Procuratore della Repubblica di Ancona, Mariangela Farneti.






Questo è un articolo pubblicato il 14-12-2012 alle 11:02 sul giornale del 15 dicembre 2012 - 989 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, laura rotoloni, unità cinofila, cani poliziotto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Hgp





logoEV
logoEV