Raschia (Cgil): 'Riorganizzati i servizi comunali! Annuncio forte che parla da sé....'

FP Cgil 2' di lettura Ancona 19/12/2012 - Evidentemente se la facevano addosso la....riorganizzazione!Giovedì scorso, le prime avvisaglie: dopo svariate sollecitazioni e continui rinvii, era stato finalmente convocato il primo incontro con la rappresentanza sindacale. Un incontro inopinatamente preceduto, almeno nelle iniziali intenzioni dell'assessore, da una conferenza stampa... Avevamo spiegato con pazienza che si sarebbe trattato, oltre che di scortesia istituzionale, di un atto in palese contraddizione con la dichiarata volontà di avviare un confronto... ma evidentemente non hanno resistito una notte. E l'indomani la Giunta ha deliberato. A sentir loro, tutto fatto. L'annuncio è di quelli forti e parla da se: "Riorganizzati i servizi comunali!"

C'e' da trasecolare; non avevamo condiviso tutti assieme la necessità di ulteriori apprendimenti? Insieme avevamo giudicato la proposta dell'amministrazione un punto di partenza. Insomma, l'apertura di una fase di confronto che avrebbe dovuto portare ad un nuovo disegno organizzativo, attraverso l'affermazione di un modello diverso, sburocratizzato e partecipato. Si apprende invece che per l'Amministrazione, ormai con la valigia in mano, i giochi sono fatti! Et voilà!

Quella che doveva rappresentare un'operazione di grande respiro, che doveva aprire a rilevanti novità organizzative, con una diversa e più efficace modulazione dei servizi, al fine di incidere positivamente nella vita di una comunità sempre più disorientata, cos’è, alla resa dei conti? Soltanto l’ ennesimo spot pubblicitario. Infatti al di là dei nomi accattivanti, “qualità, sviluppo, servizi alla persona” il funzionigramma ripete pari pari i contenuti del precedente, senza particolari innovazioni ne alcuna semplificazione, operando semplicemente ulteriori tagli sulle figure dirigenziali.

E questo senza neanche reinvestire le economie sulle criticità della struttura complessiva; più che riorganizzazione “duttile e meno ingessata” sembra la solita operazione di cassa. Il fatto che poi i tagli siano operati da una ammininistrazione dimissionaria rappresenterà solo un ulteriore ostacolo per il nuovo Sindaco che i cittadini sceglieranno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-12-2012 alle 18:10 sul giornale del 20 dicembre 2012 - 796 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, fp cgil, fp cgil marche, riorganizzazione, Andrea Raschia

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/HsF





logoEV
logoEV