Concerto di Natale al Duomo protagonista il pianista Bruno Bizzarri con Beethoven

Pianoforte 2' di lettura Ancona 20/12/2012 - Venerdì 21 dicembre, Duomo di Ancona ore 21.30. Protagonista della serata il pianista Bruno Bizzarri che si esibirà sulle musiche di Beethoven. Realizzato dal centro culturale Miguel Manara di Ancona in collaborazione con la Fondazione AVSI.

Venerdi 21 dicembre, ore, 21.30 al Duomo di San Ciriaco ad Ancona, appuntamento con l’annuale concerto, organizzato dal Centro culturale Miguel Manara in collaborazione con l’AVSI, Associazione Volontari per i Servizi Internazionali, nell’ambito della campagna di solidarietà 2012- 13 “Tende di Natale”.

Le musiche di Beethoven accompagneranno il pianista Bruno Bizzarri, ospite della serata. Il concerto rientra tra le attività realizzate dal centro culturale dorico insieme alla Fondazione AVSI per raccogliere fondi destinati a progetti umanitari che sostengono la presenza cristiana nel mondo. I progeti che quest’anno verranno sostenuti sono: un asilo familiare sulle Ande in Ecuador; la scuola Giussani a Kampala in Uganda; l’università cattolica ad Adiss Abeba in Etiopia e sostegno alle attività della Custodia di Terra Santa per le famiglie rifugiate dalla guerra in Siria. “La fondazione AVSI basa i suoi progetti intorno alle persone – sottolinea la dottoressa Chiara Mezzalira, medico pediatra per l’AVSI in Africa -.

Ogni opera o intervento pone al centro la persona, con l’obiettivo di darle una formazione professionale utile ai fini della comunità in cui andrà ad operare. L’obiettivo quindi –spiega Mezzalira - è che ognuno impari ad essere il vero protagonista del progetto stesso”. Sono state migliaia le persone, tra bambini e madri, che la dottoressa Mezzalira ha aiutato in oltre 20 anni di lavoro in Africa,tra Uganda, Nigeria e Sudan. “I bambini africani – continua Mezzalira – sono proprio il segno della voglia di vivere. Nonostante vivessero in condizioni molto critiche, tra malattie e malnutrizione, avevano sempre voglia di giocare , di stare insieme, di ritornare a scuola. Questo perché si sentivano, in fondo, voluti bene nonostante molti di loro fossero orfani. Vedere negli occhi di questi bambini la gioia e condividere con loro anche le piccole cose, non ha prezzo – conclude Mezzalira -. Sono emozioni che ti fanno andare avanti e ti ripagano del lavoro svolto”.

La Fondazione AVSI sta portando avanti, in questi mesi, anche un importante progetto umanitario ad Haiti. Mandando un sms solidale al 45591, si potrà sostenere l’artigianato locale haitiano, favorendo così la difficile ripresa post-terremoto.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-12-2012 alle 23:45 sul giornale del 21 dicembre 2012 - 2390 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/HwB





logoEV