Al Forte Altavilla replica martedì il Presepe vivente

Presepe vivente 3' di lettura Ancona 30/12/2012 - L’iniziativa del Comitato presepe vivente della Parrocchia S. Croce e La Carovana onlus, con il sostegno della I^ Circoscrizione del Comune di Ancona e del CSV Marche replica anche il 1° gennaio dalle 17 alle 20. Nella parte in esterni nuove scenografie e ambientazioni rendono il percorso del visitatore ancora più coinvolgente

L’iniziativa del Comitato presepe vivente della Parrocchia S. Croce e La Carovana onlus, con il sostegno della I^ Circoscrizione del Comune di Ancona e del CSV Marche replica, dopo la data del 30 dicembre, anche il 1° gennaio dalle 17 alle 20.

Nella parte in esterni nuove scenografie e ambientazioni rendono il percorso del visitatore ancora più coinvolgente ANCONA – Dopo il pienone di visitatori registrato a Santo Stefano si replica di nuovo il 1° gennaio, dalle ore 17 alle 20, il Presepe vivente al Forte Altavilla di Ancona, giunto quest’anno alla sua quarta edizione, su iniziativa del Comitato presepe vivente della Parrocchia S. Croce di Pietralacroce e l’associazione La Carovana onlus, in collaborazione con la I^ Circoscrizione del Comune di Ancona, il Centro servizi volontariato Marche e diversi sponsor (ingresso a offerta libera in beneficenza). Anche quest’anno il percorso si snoda negli ampi spazi del Forte, sia all’interno che in esterni, dove si rivelano le maggiori novità scenografiche di questa edizione: la facciata di un castello con mura merlate e romani di guardia, un mercato animato con tante attività e nuove casette rendono il percorso del visitatore ancor più ricco e coinvolgente.

A dar vita all’iniziativa saranno oltre centotrenta figuranti, tutti volontari, piccoli e grandi di ogni età, tra i quali anche i volontari e i ragazzi della Carovana onlus: tra taverne e botteghe si vedranno all’opera fabbri, calzolai e falegnami; fuori dalle capanne ci saranno tessitrici intente a cardare e a lavorare la lana con arcolai e altri utensili per la filatura. Si incontreranno donne che intrecciano cesti, soldati e centurioni romani, pastori con pecore e capre e persino angeli, fino ad arrivare alla natività. A tutti i visitatori saranno offerti vin brulé, dolciumi natalizi e altri assaggi, e una moneta ricordo del presepe coniata per l’occasione. L’allestimento delle scenografie, con oggettistica realizzata anche da vecchi materiali recuperati, e la creazione degli abiti, realizzati per la maggior parte da alcune sarte della zona, sono frutto di un’attenta ricerca storica e dell’impegno, nei mesi precedenti, dei tanti che partecipano all’organizzazione. L’idea del presepe vivente al Forte Altavilla infatti, è nata quasi per gioco nel 2009 tra alcuni parrocchiani di Pietralacroce e l’associazione

La Carovana, impegnata in attività di animazione con ragazzi disabili, ed ha via via coinvolto anche numerosi residenti del quartiere, prendendo corpo con l’impegno concreto della comunità parrocchiale di S. Croce. Per maggiori info e per le foto delle passate edizioni www.presepeviventeancona.org


da Centro Servizi per il Volontariato




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-12-2012 alle 22:47 sul giornale del 31 dicembre 2012 - 2216 letture

In questo articolo si parla di attualità, centro servizi per il volotariato, ancona, grottammare, presepe vivente

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/HLu





logoEV
logoEV