contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Rotary Ancona Conero: con Pozzi portiamo la chirurgia pediatrica in Zambia

2' di lettura
2047

Il Rotary International porta la chirurgia pediatrica in Zambia. Dal Club Ancona Conero un importante contributo per la realizzazione di un reparto di cardiochirurgia infantile nell’ospedale di Lusaka e per la promozione del progetto “Vita Nova”, guidato da Marco Pozzi, primario della divisione di cardiochirurgia infantile all’ospedale di Torrette.

Marco Pozzi, luminare europeo della cardiochirurgia pediatrica, ha tracciato le due linee di azione del progetto giovedì sera al Passetto. “Seguiremo due strade parallele – ha spiegato Pozzi – Da una parte la formazione del personale, dall’altra la prevenzione”. Il cardiochirurgo ha precisato che “portare i macchinari in Zambia senza formare dei medici in maniera adeguata sarebbe soltanto uno spreco di risorse. Per questo, entro fine anno vogliamo partire con la formazione di anestesisti e cardiochirurghi del posto. Solo quando saranno preparati e autonomi potremmo pensare di aprire un reparto di cardiochirurgia a Lusaka”. Nel frattempo, Pozzi comincerà l’opera di prevenzione.

“In Zambia – ha affermato il primario – è molto diffusa una malattia reumatica che provoca danni progressivi al cuore, in particolare in ragazzi dai 5 ai 15 anni. Questi ragazzi, di solito, vengono operati, ma con un’adeguata opera di prevenzione con antibiotici e penicillina l’operazione può essere in molti casi evitata”. Il Governatore del Distretto 2090 del R.I. Mauro Bignami, presente alla serata, si è detto orgoglioso del progetto che vede oltre alla partecipazione di numerose aziende marchigiane e Istituti bancari, i Rotary Club di Jesi, Altavallesina Grotte di Frasassi, Alto Fermano Sibillini, Camerino, Fabriano, Fermo, Montegranaro, Porto San Giorgio. Un “service” ha sottolineato il Presidente Giorgio Domenici che era stato accolto con grande entusiasmo anche da Enrico Paciaroni, al quale il Club ha rivolto un lungo e sentito applauso.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-01-2013 alle 21:27 sul giornale del 14 gennaio 2013 - 2047 letture