contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Senigallia: marocchino residente ad Ancona preso a cinghiate e poi rapinato, rintracciati i carnefici

1' di lettura
1088

Hassane Elmekni e Machez Inoubli

Rapinano un marocchino del telefono cellulare e dei soldi dopo averlo colpito al volto con una cintura. Identificati e arrestati due tunisini.

Si tratta di Hassane Elmekni di 30 anni e di Machez Inoubli, pregiudicato di 36 anni, entrambi tunisini clandestini.

I due, secondo quanto accertato dai carabinieri della stazione di Senigallia e del nucleo operativo e radiomobile della compagnia, alle 23 di venerdì avrebbero atteso che E.S., marocchino disoccupato e pregiudicato di 51 anni, regolarmente residente ad Ancona, uscisse dal Matt Bar di via Bonopera per aggredirlo e rapinarlo. I malviventi, infatti, dopo averlo minacciato e colpito ripetutamente al volto con una cintura, lo avrebbero rapinato di 320 euro e del telefono cellulare.

I militari intervenuti sul posto, dopo gli accertamenti, hanno avviato le ricerche rintracciando così i due responsabili nelle prime ore di sabato. Arrestati con l’accusa di rapina in concorso, i due tunisini sono stati accompagnati nel carcere di Montacuto ad Ancona. La vittima della rapina, accompagnato al pronto soccorso, è stato sottoposto alle cure del caso e dimesso con una prognosi di 8 giorni.



... Hassane Elmekni
... Machez Inoubli


Hassane Elmekni e Machez Inoubli

Questo è un articolo pubblicato il 26-01-2013 alle 13:37 sul giornale del 28 gennaio 2013 - 1088 letture