contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Gettava rifiuti speciali nel suo campo, scatta la denuncia a Paterno per un anconetano

1' di lettura
1481

carabinieri di Ancona

Gettava e stoccava rifiuti speciali nel suo campo, scatta la denuncia a Paterno per un 31enne anconetano. 'Pizzicato' dai Carabinieri. Questo solo uno dei reati registrati nella città dorica.

Denuncia per reati ambientali e truffa: questi due reati significativi registrati mercoledì in città. Il controllo e la repressione dei fenomeni criminali non tralascia neanche il tranquillo vivere sociale. Solo nelle ultime 24h diversi i risultati portati a termine dall'Arma. Si va dalla giornata di mercoledì, quando i militari della stazione di Collemarino hanno sequestrato, nella frazione di Paterno, un terreno di proprieta’ di un giovane anconetano di 31 anni, censurato, il quale stoccava illecitamente circa 30 metri cubi di rifiuti speciali sul proprio terreno, per un valore complessivo di circa 40.000 euro senza le previste cautele di legge. Sul campo si trovava di tutto: mobili di capannoni, tubi edili e materiali vari. Fortunatamente nulla di radioattivo.

Nello stesso giorni i militari della stazione di Ancona centro, a termine di un’attivita’ d’indagine fatta di controlli incrociati e osservazioni, hanno deferito in stato di liberta’ per truffa, sostituzione di persona e falsita’ in atti pubblici un 36enne barese, C.F.P queste le sue iniziali, anche lui censurato, il quale si presentava presso una farmacia nei pressi della stazione chiedendo alcuni farmaci anabolizzanti dietro presentazione di una ricetta medica falsificata.

I controlli da parte dei militari dell’Arma si protraranno nelle prossime giornate, per incrementare ancora la percezione della sicurezza in tutti gli anconetani.



carabinieri di Ancona

Questo è un articolo pubblicato il 07-02-2013 alle 13:28 sul giornale del 08 febbraio 2013 - 1481 letture