contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Tariffe palestre scolastiche della provincia di Ancona, 'Congelati gli aumenti'

1' di lettura
873

Tariffe delle palestre scolastiche della Provincia di Ancona: incontro tra CONI Marche e Commissario Straordinario. Congelati gli aumenti fino al termine dell’anno scolastico, poi un gruppo di lavoro studierà come rimodulare le tariffe.

Restano invariate fino alla conclusione dell’anno scolastico le tariffe per l’utilizzo delle palestre scolastiche in provincia di Ancona. È il risultato dell’incontro di questa mattina tra il Commissario Straordinario della Provincia Patrizia Casagrande e il CONI Marche.

Per il CONI erano presenti il Presidente Regionale Fabio Sturani e il delegato per la Provincia di Ancona Fabio Luna. Entro l’inizio del nuovo anno scolastico verranno stabiliti i nuovi costi orari per l’uso delle strutture, la cui rimodulazione verrà studiata da un tavolo di lavoro creato appositamente. Gli aumenti per l’utilizzo delle 40 palestre delle scuole secondarie erano stati decisi di recente dal Commissario Straordinario, dopo che per 9 anni le tariffe erano rimaste invariate.

I maggiori introiti dovrebbero servire per la manutenzione delle strutture e per l’acquisto di nuovo materiale. I rappresentanti del CONI Marche si sono detti soddisfatti dell’incontro di oggi, sia per quanto riguarda il congelamento degli aumenti sia per quanto riguarda la disponibilità da parte del Commissario Straordinario ad accogliere una delle richieste principali del Comitato Olimpico Marchigiano, ovvero la riduzione degli aumenti per le Associazioni Sportive Dilettantistiche iscritte al registro Coni.

“E’ importane in un momento difficile come quello che stiamo attraversando non fare ricadere sulle famiglie gli aumenti e nel contempo garantire a tutti l’utilizzo delle strutture e quindi la possibilità di fare attività motoria” è il commento dei rappresentanti del CONI Marche dopo l’incontro.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-02-2013 alle 22:17 sul giornale del 19 febbraio 2013 - 873 letture