contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Cripiani (Sel): Stabile e bilancio comunale. 'Iniziamo dall'operazione trasparenza'

2' di lettura
675

Crispiani Stefano SEL Ancona candidato sindaco

Stefano Crispiani, candidato per Sel alle prossime elezioni comunali, prende spunto dalla nomina di Bucci per i conti del Teatro Stabile, proponendo un auditing pubblico sul bilancio comunale. Ci vuole chiarezza rispetto ai cittadini per evitare facili promesse, ma senza dare il pretesto per la “ghigliottina sociale”.

Una vicenda emblematica e la conferma delle necessità di un aduting sul bilancio del Comune. E’ la “morale” che dalla situazione del Teatro Stabile e la relativa nomina del notaio Guido Bucci, trae Stefano Crispiani. “L’affidamento ad una persona così seria e competente del tormentone legato ai conti in rosso dello Stabile, rende inevitabile una riflessione sulla situazione finanziaria del Comune di Ancona e delle società partecipate” dichiara il candidato di Sel alle prossimi elezioni municipali.

“Crediamo sia imprescindibile per un principio di trasparenza e lealtà nei confronti dei cittadini, arrivare ad un’analisi che sia di dominio pubblico sullo stato della cassa comunale. Questo per evitare che durante l’imminente campagna elettorale gli anconetani siano i destinatari di grandi progetti, di facili promesse per catturare il loro consenso, e poi una volta incassato il voto sentirsi dire dal sindaco o dall’assessore di turno: “Mi dispiace ma non abbiamo un centesimo”. Dunque si aprano i cassetti e gli armadi per verificare come stanno le cose. “E’ il presupposto per cui il tutto si svolga alle luce del sole senza creare nessun “porto delle nebbie”. E soprattutto per discutere sulle cose da fare partendo dalla situazione reale”.

Però attenzione: “Le note difficoltà che le amministrazioni comunali devono affrontare ai tempi delle politiche governative sottoposte ai diktat del Fondo monetario e delle Banche centrali, non possono essere un alibi per non fare nulla o mettere in vendita al miglior offerente i gioielli di famiglia”. Per Crispiani il rilancio di politiche economiche virtuose ed efficaci passa attraverso “l’attivazione delle migliori risorse presenti nella società, nonché l’utilizzo, tramite la Regione, di quei fondi europei rispetto ai quali il nostro Paese detiene un non invidiabile record di euro non utilizzati”. Insomma nessun alibi per la ghigliottina sociale. Intanto, in ogni caso, iniziamo “l’operazione trasparenza”.



Crispiani Stefano SEL Ancona candidato sindaco

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-02-2013 alle 18:23 sul giornale del 21 febbraio 2013 - 675 letture