Ballanti: tagli dei bus, consegnata la petizione ai Vertici Conerobus

Ballanti 3' di lettura Ancona 28/02/2013 - Mercoledi 27 febbraio la Rete dei Comitati Civici di Ancona ha incontrato i vertici di Conerobus per consegnare la petizione contro i tagli bus previsti dalla chiusura della galleria del Risorgimento (2060 firme arrivate oggi a 2.158).

Nell’incontro, cordiale, ci è stato comunicato che sono allo studio ipotesi alternative per andare incontro alla contrarietà dell’utenza sulla soppressione della linea 46 da Tavernelle al centro. L’azienda ha evidenziato le difficoltà di mantenere le attuali frequenze sulle linee deviate, la 2, 3 e 46, a causa della mancanza di risorse da parte dell’Amministrazione comunale, vedendosi costretta a diminuire le frequenze. Alla domanda sul ridotto utilizzo dei due nuovi filobus snodati, ci è stato assicurato che dal 1 marzo essi circoleranno a tempio pieno dalle 7 alle 20,30. Per superare alcune criticità, molte avversate dall’utenza, avvenute a seguito dei tagli dell’anno scorso da parte della Regione e in accordo con l’allora Amministrazione comunale che prevedeva nel programma di “incentivare l’uso del trasporto pubblico come reale alternativa alla mobilità privata”, abbiamo consegnato alcune proposte e cioè: - la reintroduzione delle corse di mezzanotte della linea 1/4 e della linea C (almeno fino a Falconara); - la reintroduzione della corsa festiva delle 21,30 per gli Ospedali Riuniti e 22,30 dall’ospedale per il centro e Falconara (linea ad anello); - la necessità di riorganizzare l’intera pianta dei trasporti eliminando gli sprechi, le doppie corse, le sovrapposizioni urbane/extraurbane reperendo risorse preziose per reintrodurre corse fondamentali.

La Rete dei Comitati Civici è un’organizzazione spontanea di cittadini, che ha tra i vari punti della sua mission anche il trasporto pubblico e la mobilità sostenibile e mai come in questo momento i cittadini stanno manifestando il profondo desiderio di partecipare alle scelte che li riguarda. In quest’ottica, anche la Rete dei Comitati Civici, come già altre associazioni, giudica negativamente le scelte del taglio bus relative al piano chiusura galleria del Risorgimento, perché la mancata copertura economica costringe Conerobus a diminuire la frequenza delle linee, scaricando, come l’anno scorso con i tagli al TPL della Regione e recepiti e validati dall’allora Amministrazione comunale, gli effetti negativi ancora una volta sui cittadini. C’è da notare che fin dall’anno scorso si parlava di chiusura della galleria e nessuno che abbia mai convocato associazioni di utenti, di esperti di trasporto pubblico e della mobilità sostenibile, per scelte condivise con i cittadini che si vedono, a pochi giorni dalla chiusura piovere addosso ulteriori tagli al trasporto pubblico che causerà aumento del traffico privato, code ed inquinamento, nonostante gli appelli ad usare i mezzi pubblici (ridotti).

Proposte su un nuovo sistema di TPL inviate a settembre non sono state nemmeno prese in considerazione, salvo oggi, accorgersi un po’ tutti della necessità, a parole, di fare campagne di ascolto dei cittadini, forse pressati dalla voglia dei cittadini di dire la loro. A questi la Rete dei Comitati Civici offre ascolto, da vario tempo, dà parola e propone veri cambiamenti della mentalità, che si ottiene non con convegni o slogan, ma con i fatti. La Rete dei Comitati Civici di Ancona sta preparando una lista delle priorità da affrontare per risolvere i problemi dei cittadini, trasporto pubblico, mobilità compresa, e li sottoporrà ai vari schieramenti che vogliono candidarsi al governo della città e valuterà gli impegni di ognuno, senza trascurare le azioni compiute fino ad oggi. Di certo non saranno visti di buon occhio ulteriori tagli al trasporto pubblico né di qualsiasi altro servizio ai cittadini.

Daniele Ballanti Portavoce della Rete dei Comitati Civici di Ancona






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2013 alle 20:26 sul giornale del 02 marzo 2013 - 2881 letture

In questo articolo si parla di attualità, conerobus, ancona, petizione, Daniele Ballanti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/J50





logoEV
logoEV