contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA >

Il Pdl si affianca ad Italo D'Angelo, sarà lui il candidato sindaco della 'meritocrazia'. D'Angelo: 'Ora di rimboccarsi le maniche'

4' di lettura
2695

Italo D'Angelo

Anche il Pdl si affianca ad Italo D'Angelo della Lista Civica La tua Ancona, sarà lui il candidato sindaco della "meritocrazia". Zinni e Bugaro: 'Miglior sintesi é Italo D'Angelo'. Suggellato il 'Patto per Ancona'. D'Angelo: "Piena autonomia nella scelta della squadra. E' Ora di rimboccarsi le maniche." Ed ai grillini?"Il M5S esige il rispetto...troviamo i punti in comune per far rinascere Ancona".

Si avviano le linee programmatiche comuni con il Patto per Ancona, che suggella il sostegno del Pdl al candidato sindaco Italo D'Angelo della Lista Civica Tua Ancona. Una firma che impegna entrambi a "restituire alla città di Ancona una governabilità ormai persa da anni" dopo due Giunte chiuse in anticipo a causa delle dimissioni del Sindaco. Anche il Pdl, dunque, firma e si affianca a sostegno della candidatura dell’avv. Italo D’Angelo che ribadisce la sua piena autonomia anche nella scelta della futura squadra. Accanto a lui tre donne 'impegnate' della Lista La tua Ancona: la presidente-preside Alessandra Rucci, Bona Finocchi e Carla Lancianese entrambe nella sanità.

"Miglior sintesi, stando a Giovanni Zinni e Giacomo Bugaro, é Italo D’Angelo, una persona oggi indispensabile, per rimuovere il grave stato di crisi che attraversa la città, una crisi sociale, economica, culturale ed anche politica." La volontà del Pdl é quella di contribuire, grazie a questo patto, al "superamento della crisi" grazie ad "un’amministrazione seria, capace ed affidabile che si presenterà alle prossime elezioni amministrative con il suo proprio simbolo e lista", una "lista civica" fatta di persone della società civile non appartenenti a partiti.

"Un'alleanza a due tra Pdl e la Civica la tua Ancona - ha detto Giovanni Zinni comunale del PDL di Ancona - che pone il come Pdl l'unico grande partito che ha avuto il coraggio di partecipare ad un progetto, ci sono temi che ci stanno a cuore. Il Pdl riconosce, inoltre assoluta autonomia ad Italo d'Angelo."

"Oggi inizia un percorso virtuoso - ha affermato il coordinatore provonciale PDL Giacomo Bugaro - per il rilancio della città, con un accordo tra una Lista civica ed un partito tradizionale di spiccata e con un candidato di grade serietà e di grande capacità. Siamo convinti che ad Ancona ci siano oggi le possibilità per ricominciar tutti insieme per costruire un nuovo esaltante futuro della nostra amata città."


A concludere é il candidato a Sindaco Italo D'Angelo che dichiara "Ringrazio Bugaro e Zinni per la fiducia che ripongono nella mia persona come candidato di una lista non appartenente a partiti politici. Una firma, questa, che sancisce l'impegno del Pdl con me come candidato a sindaco. Ma con piena autonomia - ha sottolineato D'Angelo - nella scelta della sua squadra. È un momento di ridare a questa città un volto nuovo, ci sono gravi i problemi nella città. L'appello va a tutti i cittadini perché responsabilmente si approprino di questa città. Il mio impegno é quello di fare il sindaco senza nessun compenso, il mio stipendio sarà devoluto al sociale: voglio dare un messaggio di grande valore etico. Ed ora c'é una gran voglia di rimboccarsi le maniche e di farlo con lo spirito di servizio. Il Pdl mi ha scelto per le capacità senza rivendicare poltrone."

D'Angelo non esclude dal confrontro nessuno, neanche l'onda dell'antipolitica del M5S. "Siamo aperti a tutte le forze politiche, voglio portate in Comune valori dello stato, la rivoluzione che ha inizio da me, cattolico dentro una lista laica. Il M5S esige il rispetto: troviamo i punti che ci uniscono su come far rinascere Ancona in termini di sicurezza, di facilità di strumenti per i commercianti, una città aperta al volontariato...il tutto per dire basta ad una città lasciata a se stessa. Il Pergolesi, i comitati civici, le Associazioni di Disabili? Si sentono abbandonati."

"Ci stiamo confrontando negli incontri tenuti - ha concluso la presidente della Tua Ancona Alessandra Rucci - con un quadro molto peggiore di quello previsto. Ora servono piccoli passi, ma grande impegno."





Italo D'Angelo

Questo è un articolo pubblicato il 09-04-2013 alle 00:10 sul giornale del 09 aprile 2013 - 2695 letture