Ballanti (Sessantacento): 'Vallemiano tra mura pericolanti e degrado. Ora spunta anche una accampamento abusivo'

Daniele Ballanti Candidato al Consiglio Comunale per la Lista Sessantacento Stefano Tombolini Sindaco 3' di lettura Ancona 10/05/2013 - Ballanti: Vallemiano trascurato tra mura pericolanti e degrado. Ora spunta anche una accampamento abusivo tra le siepi nel parcheggio. Su richiesta di alcuni cittadini ho compiuto un sopralluogo a Vallemiano, quartiere già attenzionato in precedenti sopralluoghi per il problema rifiuti.

Il quartiere, come riferiscono i residenti, è assai degradato da tempo: palazzi abbruttiti, piscina abbandonata, rifiuti, sporcizia, mura pericolanti puntellate da anni in via Miano. Oltre a questo nel parcheggio dell’ex Mattatoio, centro culturale, alcuni cittadini mi hanno invitato a visionare un accampamento abusivo reso possibile dal riparo offerto dagli alberi non potati da anni. Rispetto l'entrata del parcheggio il luogo è in fondo a destra proprio sopra le mura pericolanti. I segnalanti riferiscono di aver fatto vedere la situazione a una pattuglia dei Carabinieri di passaggio i quali hanno comunicato agli occupanti di rivolgersi ai centri di accoglienza e di sgomberare il bivacco. Come si evidenzia dalle foto parliamo di una vera e propria baracca con le pareti fatte da teli, letto con materasso e coperte, sedie, frigorifero, panni, escrementi umani, siringhe a terra e quant'altro.. Nessuno del Comune, proprietario del luogo, lamentano i residenti, si è mai fatto vedere.

Ho provveduto immediatamente a inviare la segnalazione agli Uffici competenti del Comune e a parlare con la Dirigente dei Servizi Sociali che ha mostrato grande sensibilità ed interesse. A unica voce con i cittadini chiediamo: l'immediata presa in carico della problematica, l'allontanamento dei soggetti, la rimozione delle masserizie, la bonifica ambientale e igienica, la derattizzazione e disinfezione, lo sfoltimento degli alberi ed un minimo di cura del verde che rende possibile questa giungla urbana dove episodi simili vengono resi possibili, la sorveglianza attiva da parte delle Forze della Polizia Municipale. Il tutto con carattere di vera e propria emergenza! Inoltre le mura sottostanti, pericolanti e puntellate da anni, recano al quartiere un aspetto di ulteriore degrado.

Anche qua come in via Torresi le mura sono puntellate da oltre 17 anni e, come in via Torresi dove grazie al mio personale impegno e al prezioso aiuto di commercianti e residenti oggi le mura sono in parte già ristrutturate ed in parte i lavori partiranno entro il 20 giugno. Anche in via Miano, come in altre zone della città, gli impasse burocratici possono, e devono, esser sbloccati, anche grazie alla determinazione dei cittadini come me che per anni, solo con le proprie forze, hanno caparbiamente spinto in ogni modo possibile, per superare ostacoli a prima vista ritenuti insormontabili da chi invece avrebbe il dovere di provvedere ad assicurare decoro e sicurezza alla città. Una delle priorità della prossima Amministrazione deve essere necessariamente la ristrutturazione delle mura pericolanti in varie zone della città restituendo integrità alle mura e marciapiedi e decoro ovunque si verificano tali situazioni e sorvegliare su ogni episodio di degrado per contrastarlo e dimostrare in tal modo di amare la nostra città.


da Daniele Ballanti
    Candidato al Consiglio Comunale per la Lista Sessantacento – Stefano Tombolini Sindaco

 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-05-2013 alle 16:05 sul giornale del 11 maggio 2013 - 1995 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, Daniele Ballanti, sessantacento, #iovotolostesso, stefano tombolini, candidato al consiglio comunale, candidato consiglio comunale

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/MMP





logoEV
logoEV