contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > SPORT
comunicato stampa

Dolphins Ancona: intervista al Presidente Leonardo Lombardi

4' di lettura
1207

Dolphins Ancona: presidente Leonardo Lombardi
La città di Ancona attende con trepidazione la partita di sabato sera (ore 20), quando sul terreno glorioso del Dorico scenderanno in campo gli Energy Building Dolphins Ancona e i Giants Bolzano per la partita che deciderà chi sarà la sfidante dei Panthers Parma per la semifinale IFL 2013.

I Dorici hanno raggiunto quanto fatto l'anno scorso “anzi meglio – precisa il presidente Leonardo Lombardi – in quanto nella passata stagione ci siamo giocati il turno dei quarti di finale in trasferta (a Bologna, ndr), quest'anno riportiamo una partita di playoff nel capoluogo marchigiano. Se la memoria non mi inganna, una circostanza che non accadeva dal 2005, quando abbiamo giocato proprio tra le mura amiche la semifinale. Insomma, sono 8 anni che non disputiamo una partita di playoff in casa e sono 8 anni che non giochiamo una semifinale IFL: la prima striscia la interromperemo tra pochi giorni, la speranza è di interrompere anche la seconda.

” Che stagione è stata sinora? “Sicuramente positiva, abbiamo battuto squadre contro cui, negli ultimi anni, avevamo spesso perso (Parma e Bologna, ndr), di più, siamo stati gli unici ad aver battuto quest'anno i Panthers, tre volte campioni d'Italia, segno che la strada intrapresa è quella giusta. Ci sono stati tanti cambiamenti, in primis a livello gestionale e tecnico: trovo gratificante il fatto che siamo riusciti a strutturarci in maniera completa, abbamo costruito un coaching staff in cui 8 allenatori collaborano tra loro. Credo che questo sia alla base dei successi parziali che abbiamo raggiunto sinora.”

Soprattutto all'inizio però le cose non sembravano andare per il verso giusto. “Le due sconfitte iniziali ci hanno messo subito spalle al muro, d'altronde i cambiamenti, benché positivi, richiedono sempre una fase di assestamento. Da questo punto di vista mi fanno ben sperare i 47 punti messi a segno nell'ultimo giornata, che ci riportano su standard a cui eravamo abituati negli ultimi anni. L'attacco dal punto di vista statistico sembra essere quello che ha faticato un po' di più a trovare un equilibrio nella nuova struttura. Questo è vero fino ad un certo punto, i punti sono diminuiti, come sono diminuiti in media per tutte le squadre, con il nuovo regolamento, ma Rocky (Pentello, ndr) resta ai vertici della IFL per yard lanciate (220 di media a partita) e per percentuale di completi (62%), secondo per TD (15, dietro al solo Monardi, primo con 17) e Michele Marchini si è issato definitivamente a miglior WR del campionato con 7 ricezioni a partita e 93 yard di media, meglio anche di giocatori americani fenomenali come Karstetter (Parma) e Abuhoff (Seamen Milano)”.

La difesa invece ha sorpreso anche lei? “Eravamo coscenti di aver fatto delle buone scelte, sia a livello di allenatori che a livelli di giocatori. D'altronde era impossibile avere uno squilibrio così accentuato tra le due fasi del gioco come accadeva l'anno scorso. Certo che passare da peggior difesa del campionato a quella migliore per yard concesse agli avversari non me lo aspettavo nemmeno io, che per natura sono ottimista ed ambizioso.”

Ed ora i Giants Bolzano: “Basta il nome per mettersi sull'attenti. Sono 5 anni che diamo vita contro di loro a battaglie sempre equilibrate e decise nei secondi finali, peccato che in questi anni non siamo ancora riusciti a batterli. Loro hanno iniziato potenzialmente come favoriti per il campionato, poi hanno avuto un po' di difficoltà, riuscendo a qualificarsi ai playoff solo con l'ultima partita. So che hanno aggiunto un nuovo americano (Alexander Germany, ndr), con l'ultimo spot disponibile, che si è già messo in mostra nella partita contro i Rhinos. A noi mancherà Lorenzo Pignataro, causa squalifica. Ma non chiedetemi un pronostico, sarà una battaglia.”

Del futuro immediato abbiamo parlato, che dire del futuro remoto? Come sono andate le Dolphins Experience quest'anno? “Molto bene. Anche grazie all'impegno del responsabile del settore giovanile, Paolo Belvederesi, abbiamo continuato la nostra collaborazione con le scuole superiori, che continuano ad aprirci le porte delle loro palestre per far conoscere ai ragazzi questo sport e i suoi principi. D'altronde non si dura 30 anni nel sottobosco degli sport diversi dal calcio se non si curano questi aspetti e il nostro sguardo è già diretto verso settembre, quando inizierà anche la stagione delle giovanili.”



Dolphins Ancona: presidente Leonardo Lombardi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-06-2013 alle 22:06 sul giornale del 12 giugno 2013 - 1207 letture