Sessantacento: Giunta, 'Ci chiediamo se il Sindaco abbia fatto opportune valutazioni'

Stefano Tombolini 18/06/2013 - Sabato 15 Giugno il Sindaco Avv. Valeria Mancinelli ha presentato la propria Giunta composta da vari professionisti più o meno noti del Comune di Ancona, tra cui è presente anche il dottor Paolo Marasca, con delega alla Cultura e alle Politiche Giovanili.

Nel cercare informazioni inerenti ogni assessore, per poterne avere una conoscenza più approfondita, abbiamo trovato in più occasioni accostamenti dell’Assessore Marasca al “pensiero anarchico” e proprio nel blog personale dello stesso Assessore vi è un post del Febbraio 2013 dal titolo “Aut Auting Elettorale” in cui Marasca, parlando di elezioni politiche, sottolinea questo sua aderenza al pensiero anarchico anche se confessa poi che andrà a votare per SEL e nel proprio profilo di un Social Network è possibile leggere: di “orientamento politico” ANARCHICO.

Per definizione “L’anarchia è l’organizzazione societaria agognata dall’anarchismo basata sull’idea libertaria di un ordine fondato sull’autonomia e la libertà degli individui, contrapposto ad ogni forma di potere costituito compreso quello statale. Il termine deriva dalla parola di origine greca "anarchia" (senza governo), con cui si è sempre intesa una società priva di ogni dominio politico e di ogni autorità. Le idee anarchiche, fin dalle prime formulazioni rintracciabili nell'illuminismo e in alcune tendenze radicali della rivoluzione francese, propugnavano l'emancipazione totale dell'uomo da ogni autorità e oppressione ideologica, politica, economica, sociale e giuridica”; Personalmente riteniamo che tale “orientamento politico e di pensiero”, che contrasta le forme di controllo gerarchico e non riconosce l’idea di qualsivoglia governo, non possa appartenere a chi, come organo di istituzione e facente parte di un governo locale, è membro della Giunta Comunale e inoltre viene posto come espressione e guida di due assessorati molto sensibili e molto influenti nell’educazione e nella cultura del Capoluogo Dorico.

Ci chiediamo quindi se il Sindaco di Ancona, prima di scegliere i componenti del governo locale, abbia fatto valutazioni di questo merito e soprattutto conosca approfonditamente le persone “tecniche” che ha nominato nella propria Giunta e se infine l’Assessore Marasca vada comunque considerato come Assessore in quota SEL, che nel Consiglio Comunale di Ancona è all’opposizione.

I Firmatari: Associazione “Sessantacento Ancona” Stefano Tombolini, Davide Barigelli e Domenico Allegri





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-06-2013 alle 18:37 sul giornale del 19 giugno 2013 - 4009 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, giunta, stefano tombolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/OpJ


Fabio Giri

19 giugno, 02:33
Paolo Marasca alla cultura è una ottima notizia per Ancona. Ma questo è un'idea personale. Però, stralciare alcuni commenti fatti in contesti più ampi, utilizzare una definizione di "pensiero anarchico" che dire riduttiva è fargli un complimento, è veramente una operazione di basso profilo, da vecchia, vecchia politica, che non sapendo elevarsi al livello del rivale, cerca di abbassarlo al proprio. Definirlo "in quota SEL" perché da cittadino alle passate elezioni politiche ha dichiarato che avrebbe votato per quel partito, è poi una presa in giro grande come una casa, incommentabile e indifendibile. Sono indignato per quanto scritto dall'associazione 60100.

Daniele Spinsanti

19 giugno, 09:21
Ma di tutti i problemi che ha Ancona proprio su queste cose dovete fare polemiche? Allora secondo voi un anarchico non potrebbe lavorare per lo Stato e non potrebbe fare il dirigente pubblico? E poi Marasca in quota SEL? Marasca è uno che appunto fuori da ogni qualsivoglia schema.. è una persona preparata e vedremo se sarà bravo come assessore.. La vostra polemica è veramente ridicola!

Chiara Coletti

19 giugno, 11:49
Queste sono polemiche senza senso. La Mancinelli avrà sicuramente valutato Paolo Marasca per le sue capacità e la sua preparazione e chiunque lo conosca personalmente sa che ha fatto un'ottima scelta.

Non conosco Paolo Marasca ma per il ruolo per il quale è stato scelto ha un buon curriculum.
Considero l'Avv. MANCINELLI una "foglia di fico" di un'alleanza incestuosa ma perchè lei è un'ottima professionista a cui nessuno ha regalato qualcosa e non ha niente a che spartire con quei spartitori di tutto.
Ora nelle nomine degli assessori ha dimostrato autonomia rispetto ai partiti e novità rispetto ai nomi.
Attendiamo quindi di vedere all'opera i vari assessori compreso l'Avv. Marasca.
Poi valuteremo se il suo pensiero ideale è migliore o peggiore rispetto a quello di chi che rimpiange i valori ladroneschi e clientelari della democrazia cristiana che insieme ad altri partiti, ma in prima posizione, ha portato il paese a queste condizioni.

Scordavo per la Città è più importante sapere quanto ha speso e chi ha pagato la campagna elettorale, fra le più attive di quest'ultima tornata elettorale, dell'Associazione di Prmozione sociale SESSANTACENTO.
Perchè non è pericoloro un professionista libero nel pensiero ma un tecnico, o più pseudo tecnici, eventualmente "foraggiati" da qualche gruppo di interesse.
Infine quando SESSANTACENTO fa riferimenti per la propria volontà di scendere in campo lo fà facendo riferimento alla Democrazia Cristiana cioè uno dei partiti più corrotti e clientelari della prima repubblicha cauca anche dell'attuale situazione fallimentare che viene da lontano.
E' chiaro Dott. MARASCA che fra sei mesi ci saranno commenti e potranno essere anche non lusinghieri.

lelio rossi

19 giugno, 23:27
che delusione tombolini! io mi aspettavo proposte per migliorare la città...invece come prima uscita una dichiarazione ai limiti della discriminazione...e veramente priva di senso...

kiara montesi

29 giugno, 15:58
Credo invece che l'opportunismo di certe persone sia da segnalare. il Sign. Marasca potrà diventare l'assessore più bravo d'Italia ma resta palese il suo opportunismo nel cogliere immediatamente un'occasione del genere senza porsi più il problema delle sue ideologie...Di fronte ai soldi, le ideologie svaniscono.... in bocca al lupo!!




logoEV