contatore accessi free

Tenta di far esplodere un'autobomba alla Clementoni, rintracciato ad Ancona

Ioan Dafinu Nini 1' di lettura Ancona 30/06/2013 - Ha tentato di far esplodere un'autobomba alla nota azienda di giocattoli Clementoni. Ma per lui la fuga da Recanati si é conclusa ad Ancona grazie alla Polizia.

Rintracciato dalla polizia l'uomo che ha tentato di far esplodere una autobomba davanti alla Clementoni di Recanati. Si tratta di un ex dipendente romeno di 43 anni, Ioan Dafinu Nini. L'episodio é avvenuto venerdì, ma solo sabato la cattura ad Ancona nel tardo pomeriggio verso le 18. Fortunatamente il peggio é stato scongiurato grazie all'intervento di alcuni operai della fabbrica che hanno spento il principio di incendio. Le bombole di gpl nell'auto, una matiz, avrebbero potuto provocare anche una strage alle 7 di venerdì mattina, quando diverse persone erano al lavoro nell'edificio.

Notato mentre percorreva a piedi via Colleverde ad Ancona da un agente delle volanti, dirette da Cinzia Nicolini. Con sé l'uomo aveva ancora il coltello con il quale, dopo il tentativo di far scoppiare la bomba, aveva minacciato una maestra per rubarle l'auto, una punto azzurra, con cui é fuggito dopo averle spruzzato sugli occhi anche dello spray urticante. Ora l'uomo si trova in Questura con l'accusa di rapina e incendio aggravato.

Forse l'input del folle gesto sarebbe scaturito dalla mancanza di un lavoro e che avrebbe voluto sfogare contro quell'azienda con la quale lavorava come interinale.






Questo è un articolo pubblicato il 30-06-2013 alle 14:31 sul giornale del 01 luglio 2013 - 1683 letture

In questo articolo si parla di cronaca, ancona, recanati, attentato, laura rotoloni, clementoni, autobommba, ioan dafinu nini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/OSQ





logoEV
logoEV