contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Sirolo: nomina Buglioni a Consigliere del Parco del Conero, il sindaco Misiti grida all'inciucio

2' di lettura
3163

Moreno Misiti
"La nomina di Fabia Buglioni a Consigliere del Parco del Conero è chiaramente frutto di un “inciucio”. Lo avevo capito, tanto da essere costretto a revocarle le deleghe di Assessore." Commenta così la vincenda il primo cittadino di Sirolo, Moreno Misiti.

In pratica, pur di ottenere la poltrona al Parco, la Buglioni ha tradito gli elettori della lista civica “Sirolo nel cuore” e si è accordata con l’opposizione. Di qui la sua scelta, anche recentemente ribadita ad un convegno, di essere favorevole al Parco Marino, voluto a tutti i costi dal P.D., sconfessando quanto da lei sempre affermato circa la contrarietà al Parco. Che la Buglioni avesse disinvoltamente ed opportunisticamente fatto “il salto della quaglia” si capiva anche dal fatto, anch’esso citato nella revoca delle deleghe, che il suo apporto di assessore è stato deludente e pressoché nullo, in particolare per quanto concerne i lavori pubblici e l’ambiente.

Ciò non può essere frutto soltanto della sua inesperienza amministrativa. In realtà la Buglioni faceva formalmente l’assessore ma già aveva politicamente tradito in vista delle prossime elezioni. E pensare che il sottoscritto l’aveva sempre difesa da chi lo metteva in guardia e ne chiedeva le sue dimissioni.

Alla faccia della riconoscenza per il sottoscritto che l’ha voluta in lista, accordandole la sua fiducia. E’ necessario salvare Sirolo ed i Sirolesi da un comitato politico di potere che tanti danni ha provocato (v. Parco del Conero) e potrebbe provocare (a cominciare dal carrozzone del Parco Marino che graverebbe sulle spalle e sulle tasche dei cittadini). Un modo vecchio, fazioso ed opportunistico di fare politica, già massacrato alle ultime elezioni politiche e che non ha futuro. I Sirolesi sono intelligenti, sanno giudicare le persone e non si faranno raggirare.



Moreno Misiti

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-07-2013 alle 00:13 sul giornale del 08 luglio 2013 - 3163 letture