contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

On. Lodolini (Pd) presenta interpellanza al Governo: 'Salvare le scuole dei piccoli comuni'

2' di lettura
917

emanuele lodolini
Nel giorno in cui il Consiglio dei Ministri su proposta del Ministro Carrozza assume su scuola e università provvedimenti importanti, con netta e necessaria inversione di tendenza dopo la stagione dei tagli Gelmini, Tremonti e Berlusconi, tornando così a investire sui giovani, sulla formazione, sugli insegnanti di sostegno, l'On. Emanuele Lodolini ha presentato un'interrogazione al Ministro della Pubblica Istruzione affinché, in considerazione anche di alcune richieste avanzate dall'Anci nazionale, intervenga in aiuto delle scuole in sofferenza specie nei piccoli comuni al fine di garantire agli studenti un livello di istruzione adeguato.

“A pochi giorni dall'inizio del nuovo anno scolastico ci ritroviamo con situazioni di vera e propria emergenza scolastica, con scuole in sofferenza o che rischiano di scomparire o già chiuse. - ha affermato il deputato del Pd - C'è bisogno di organico aggiuntivo per garantire una didattica di qualità, mentre per le scuole d'infanzia dei piccoli comuni si registrano lunghe liste di attesa. Tutto questo genera la fuga degli studenti dalle piccole realtà a vantaggio dei grandi centri, ma è necessario favorire il mantenimento delle scuole sui territori, al fine di evitarne la marginalizzazione e per assicurare il diritto allo studio a tutti, indipendentemente dal luogo in cui si vive.

Per questo chiediamo allo Stato di garantire un'istruzione capillare e uniforme sul territorio nazionale; salvare le scuole dei piccoli Comuni significa mantenere presidi territoriali, evitare congestioni a livello centrale, garantire una didattica ricca perché proporzionata e pluricentrica, salvare eccellenze e valorizzare i territori minori. Basta quindi con le deroghe; serve una normativa specifica per le scuole dei comuni montani che garantisca una dotazione organica idonea, abbassi il numero minimo di alunni per classe e quindi il ricorso alle pluriclassi, affronti il problema delle liste di attesa alla scuola dell'infanzia. Inoltre con questa interpellanza si invita il Governo ad istituire un gruppo di lavoro inter-istituzionale per “La scuola di montagna e la montanità” che potrebbe rivelarsi opportuno strumento per la programmazione educativa del territorio”.



emanuele lodolini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-09-2013 alle 17:19 sul giornale del 10 settembre 2013 - 917 letture