contatore accessi free

Lite al porto tra ex: arrestato l'accoltellatore del pescatore anconetano. L'accusa é 'duplice tentato omicidio'

arresto 2' di lettura Ancona 21/09/2013 - Ha dapprima tentato di investire la sua ex e all'uomo che ha tentato di difenderla ha sferrato un fendente all'addome, questo quanto successo venerdì sera, dopo gli accertamenti della polizia, al porto di Ancona. Arrestato dalle volanti un 43enne siciliano. L'accusa per lui, ex marito della donna, é 'duplice tentato omicidio'.

E' così che per il siciliano 43enne é stato catturato ed arrestato dalla polizia. Erano circa le 19, nella zona portuale del Mandracchio di Ancona, quando in un raptsus omicida ha tentato prima di investire l'ex coniuge, ma qui l'ostacolo: un uomo si é messo tra i due cercando di difenderla. Ora, per il suo coraggio, si trova in gravi condizioni a Torrette, dove ha subito un delicato intervento. L'ex marito della vittima ha tentato la fuga inutilmente: catturato dagli Agenti delle Volanti che, subito dopo l'episodio criminoso, hanno effettuato una minuziosa ricerca dell'autore del grave fatto di sangue, setacciando l'area portuale insieme ad altre unità operative della Squadra Mobile, della Squadra Nautica e dell'Esercito Italiano.

La caccia all'uomo si è conclusa dopo una decina di minuti quando gli Agenti delle Volanti, diretti dal Vice Questore Aggiunto, Cinzia Nicolini, lo hanno scovato nascosto dietro ad un bar della zona. Si tratta di, S.g., siciliano di 43 anni anche lui pescatore, che é stato arrestato con la grave accusa di 'duplice tentato omicidio'.

Nel corso delle prime indagini, concluse a notte inoltrata, la polizia ha appurato che l'uomo si era recato con la sua auto presso la zona del Mandracchio, luogo di lavoro della sua ex, dove aveva tentato di investirla inseguendola sulla strada nei pressi della banchina.

Attimi di paura per la donna, un'anconetana di 37 anni, vittima delle attenzioni omicide dell'ex marito. La donna riusciva però a scappare ed evitare il peggio gettandosi a terra. E' così, poco dopo, il siciliano, frenata l'auto, scendeva di corsa con un grosso coltello in mano e continuava l'inseguimento della sua ex fino a quando, un altro pescatore, un coraggioso anconetano di 43 anni, che insieme ad altri colleghi cercava di difendere la vittima, ha avuto la peggio: accoltellato all'addome con un grosso coltello.

Una profonda ferita, quella inferta al pescatore, e mentre l'anconetano cadeva a terra, il siciliano si dava alla fuga e gettava il coltello in mare. L'anconetano, trasportato presso l'ospedale Regionale di Torrette, è attualmente ricoverato in prognosi riservata. Mentre il siciliano é stato arrestato e condotto presso il Carcere di Montacuto.






Questo è un articolo pubblicato il 21-09-2013 alle 14:39 sul giornale del 23 settembre 2013 - 1509 letture

In questo articolo si parla di porto, cronaca, polizia, ancona, arresto, tentato omicidio, laura rotoloni, volanti, lite al porto, duplice tentato omicidio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/R4G





logoEV
logoEV