contatore accessi free

Litiga con l'ex ragazza: calci e pugni ai poliziotti che tentano di fermarlo. Ma la sbornia la smaltisce in Questura

arresto 1' di lettura Ancona 29/09/2013 - Litiga con l'ex ragazza ed ubriaco non ne vuole sapere di smettere. E' così che volano calci e pugni ai poliziotti intervenuti per fermarlo. Ma ad avere la peggio é lui: in Questura a smaltire i fumi dell'alcool. Né mancano spintoni da parte di un marocchino ubriaco.

Altra notte movimentata per gli Agenti delle Volanti che hanno garantito la sicurezza nella città dorica in collaborazione con i colleghi della Questura durante i servizi di vigilanza predisposti in occasione della notte bianca. Due le persone denunciate per resistenza ed oltraggio a Pubblico Ufficiale. A finire nei guai un 39enne camerunense ed un 32enne marocchino entrambi residenti ad Ancona.

Il primo, in stato di ebrezza, ha aggredito gli Agenti intervenuti, alle 22 di sabato, in Via Ascoli Piceno per sedare una lite tra lui e la ex ragazza tentando di colpirli con calci e pugni. L'uomo ha trascorso la serata in Questura dove ha smaltito la sbornia ed ha ricevuto gli atti della denuncia.

Il secondo, anch'esso ubriaco, ha aggredito con alcune spinte gli Agenti che tentavano di identificarlo alle ore 2.30 di questa notte in Piazza Roma. Anche per il marocchino nulla da fare: lunga notte in Questura. Fortunatamente nessuno degli Agenti, né ed i due indagati hanno riportato lesioni personali.

Numerose, inoltre, le persone identificate e le contravvenzioni al Codice dell Strada sia per alta velocità che per mancate revisioni ed assicurazioni scadute.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-09-2013 alle 16:04 sul giornale del 30 settembre 2013 - 994 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia, redazione, ancona, arresto, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/SoQ





logoEV
logoEV
logoEV