contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CULTURA
comunicato stampa

Festività Ognissanti: aperti Museo Omero e mostra 'Amazzonia Se tu fossi Indio'

2' di lettura
1414

Durante le festività di Ognissanti la Mole Vanvitelliana di Ancona rimarrà aperta al pubblico con diverse iniziative.

Saranno visitabili le sale del Museo Tattile Statale Omero, con la sua ricca galleria di classici e di sculture contemporanee tutte da toccare, fra cui anche la recente grande opera “L’Italia riciclata” di Michelangelo Pistoletto. Aperta anche la mostra “Amazzonia se tu fossi Indio”: una mostra antropologica e multisensoriale promossa dal Museo Omero e ideata per immergersi nella vita quotidiana dei popoli della foresta amazzonica attraverso suoni, immagini, oggetti e impressioni tattili. Il percorso, curato da Leandra Gatto, esporrà i materiali originali dalle collezione privata del dottor Aldo Lo Curto, che da molti anni opera in Amazzonia come medico volontario itinerante.

L’allestimento, a cura dell’architetto Massimo Di Matteo, prevede l’esposizione tematica di circa 75 oggetti etnografici, dai manufatti ai prodotti naturali dell’ambiente amazzonico, che illustrano aspetti e attività peculiari della vita quotidiana dei nativi tenendo in considerazione le differenze culturali che caratterizzano questa vasta area. Fra gli oggetti: giocattoli in legno e caucciù che rappresentano animali tipici del luogo come tucani, delfini, scimmiette; ornamenti come corone di piume per adulti e bambini, braccialetti in osso e legno, armi come archi, lance e frecce, scettro sciamanico e bastone della pioggia per le cerimonie, strumenti musicali come maracas e molto altro. Seguono due percorsi fotografici, “Se tu fossi Indio” e “I bambini dell’Amazzonia”, accompagnati dai testi descrittivi del dott. Aldo Lo Curto e un video sulla sua attività di medico volontario.

Orario di apertura Mostra “Amazzonia Se tu fossi Indio”: 1 e 2 novembre 16 – 19; 3 novembre 10 - 13 e 16 – 19.

INGRESSO LIBERO AL MUSEO OMERO E ALLA MOSTRA





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-10-2013 alle 15:30 sul giornale del 02 novembre 2013 - 1414 letture