contatore accessi free

Cinema Galleria: incontro con il regista Matteo Oleotto e la sua ultima opera 'Zoran, il mio nipote scemo'

2' di lettura Ancona 12/11/2013 - La Fondazione Marche Cinema Multimedia, nell’ambito delle collaborazioni avviate con le sale cinematografiche, promuove per domani Mercoledì 13 Novembre, alle ore 20:30 presso il CINEMA GALLERIA di via Giannelli, ad Ancona, un incontro con il regista MATTEO OLEOTTO e la sua ultima opera: ZORAN, IL MIO NIPOTE SCEMO.

Presentato all’ultimo Festival del Cinema di Venezia nella Settimana della Critica, dove ha ricevuto dieci minuti di applausi, è una commedia in cui il protagonista, Paolo Bressan ( interpretato da Giuseppe Battiston) trascorre le sue giornate da Gustino, gestore di un’osteria in un piccolo paese vicino a Gorizia. Un quarantenne alla deriva, cinico e misantropo, professionista del gomito alzato ma anche della menzogna compulsiva, che lavora di malavoglia in una mensa per anziani e insegue senza successo l’idea di riconquistare Stefania, la sua ex moglie. Ma le cose cambiano con l’entrata in scena di Zoran, un quindicenne occhialuto lasciatogli in “eredità” da una lontana parente slovena, che parla in modo strano e sembra anche un po’ ritardato. Scopre così di essere zio, e la cosa lo disgusta. Solo quando si accorge che suo nipote Zoran è un vero fenomeno a lanciare le freccette, si ricrede.

Ogni anno si svolgono i campionati mondiali di freccette con un montepremi di 60 mila euro e Paolo non ha nessuna intenzione di lasciarsi scappare questa opportunità. Grazie a Zoran comincia a pensare di poter fare finalmente centro nella sua vita... Ci riuscirà? Una cosa è certa: Paolo s’è svegliato da un letargo che durava da sempre e ha iniziato a inseguire un riscatto personale. Ma Paolo l’inaffidabile, Paolo l’insopportabile, Paolo l’alcolista, prima di vincere qualsiasi gara di freccette, sarà in grado di sconfiggere se stesso?

Nel cast anche Francesco Celio, Rok Presnikar, Marjuta Slamic, Roberto Citran, Riccardo Maranzana, Jan Cvitokovic, Ariella Reggio. Eloquente una recensione in internet di una spettatrice: “E’ un film che non vanta effetti speciali o un cast super pagato, ma piace perche’ e’ un film di contenuti. Ha una splendida fotografia e tratta in modo delicato un tema difficile come l’alcolismo. Se dovessi scegliere (e io ho scelto), vi direi di andare a vedere Zoran perche’ sostenere il cinema non significa dar soldi ai film super stimati al botteghino ( e direi un pochino “furbetti”), ma sostenere chi il cinema lo fa per amore. Oleotto merita veramente un gran successo tra i giovani registi italiani.” ( ad’e)








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-11-2013 alle 15:33 sul giornale del 13 novembre 2013 - 1168 letture

In questo articolo si parla di regione marche, ancona, spettacoli, cinema galleria, regista, Matteo Oleotto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/UmS





logoEV
logoEV
logoEV