contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA >

Rintracciato ad Ancona latitante di origini pakistane. Ora è a Montacuto

1' di lettura
1006

arresto

E' stato rintracciato ad Ancona e dichiarato in arresto per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina un latitante di origini pakistane. Altro successo della Mobile dorica in stretta collaborazione con l’Europol.

Nelle ultime ore tra giovedì e venerdì i poliziotti della Squadra Mobile hanno rintracciato un latitante di origini pakistane destinatario di un mandato di arresto europeo, il cosidetto MAE, emesso il 3 settembre scorso dalle autorità austriache. L'accusa per lui è "associazione a delinquere finalizzata al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina".

A finire in manette il giovane 26enne S.H. che non appena è stato rintracciato dai poliziotti della Sezione Criminalità Diffusa della Squadra Mobile è stato condotto negli uffici per le modalità di rito ed accertare la sua esatta identità. Dopo i vari riscontri e il fotosegnalamento del pakistano si è proceduto all'esecuzione dell’arresto dell’uomo. Il giovane favoriva l’immigrazione clandestina di altri suoi connazionali su pagamento di somme.

Ora si trova nel carcere di Montacuto a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.



arresto

Questo è un articolo pubblicato il 06-12-2013 alle 11:24 sul giornale del 07 dicembre 2013 - 1006 letture