contatore accessi free

Agugliano: 'Il Comune ci mette la faccia e lo Stato incassa'. La proroga Tares

Tares 1' di lettura 30/12/2013 - 'Il Comune ci mette la faccia e lo Stato incassa'. Arriva la proroga Tares ad Agugliano. I dettagli.

Lo avevamo scritto anche sul periodico comunale (vedi allegato ndr) che con la legge di stabilità è stata soppressa la TARSU ed introdotta la TARES. Il nuovo tributo impone agli enti oltre alla copertura integrale dei costi del servizio smaltimento rifiuti e la modulazione della tassa in base a coefficienti di produzione di rifiuti, anche L'APPLICAZIONE DI € 0,30/mq ANNUI A TITOLO DI MAGGIORAZIONE DEI SERVIZI INDIVISIBILI CHE IL COMUNE ADDEBITERA' INSIEME ALLA RATA DI DICEMBRE E CHE VERRA' INTEGRALMENTE INCASSATA DALLO STATO. Resta ancora in vigore, inoltre, la maggiorazione del 5% a titolo di addizionale dovuta alla provincia (per quale servizio in cambio?).

LA SCADENZA DEL 31 DICEMBRE Con un comunicato stampa il MEF ha precisato che, nel caso in cui il comune non abbia inviato la richiesta di pagamento entro il 16 di dicembre, la scadenza per il pagamento della maggiorazione sui servizi indivisibili il cui gettito, lo ricordiamo, è riservato allo stato, viene prorogata al 16 gennaio 2014.

Questa info la potete trovate sul sito del comune di Agugliano http://www.comune.agugliano.an.it/images/INFORMATIVA_TARES.pdf








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-12-2013 alle 19:51 sul giornale del 31 dicembre 2013 - 1941 letture

In questo articolo si parla di attualità, agugliano, comune di agugliano

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/WCa





logoEV
logoEV