Fabriano: i sindaci dell'Area Vasta 2 incontrano il direttore Stroppa, 'Massima attenzione alle criticità'

il nuovo Direttore dell'area vasta 2-Asur Marche dott. Giovanni Stroppa 2' di lettura Ancona 03/03/2014 - In data 26 febbraio 2014, si sono riuniti a Fabriano, presso la sede di Area Vasta, i Sindaci della Conferenza ristretta di Area Vasta 2 per incontrare il nuovo Direttore Dott. Giovanni Stroppa, neo insediato. Hanno partecipato i Comuni di Ancona, Senigallia, Jesi, Osimo, Loreto e Fabriano.

La Conferenza, presieduta dal Sindaco del Comune di Senigallia Maurizio Mangialardi, ha dato il benvenuto al nuovo Direttore, esprimendo all’unanimità soddisfazione per la scelta operata, nella certezza di un interlocutore unico e aperto al dialogo.

E’ stato quindi chiesto da tutti i presenti un avvio rapido e serrato del confronto tra i rappresentanti eletti dei cittadini/pazienti e chi oggi è chiamato a riorganizzare la sanità territoriale.
In particolare, si è chiesto di dare attenzione massima alle criticità, al fine di avere una sanità operativa e non solo sulla carta.

Si chiede, dunque, di chiudere a breve il percorso in itinere a mezzo di incontri calendarizzati, anche con la parte sindacale, di procedere alla definizione dei Dipartimenti Medici e delle Reti Cliniche, di individuare il Referente unico per i distretti di AV2, di concludere il percorso sull’ATL e di ripartire equamente le risorse finanziarie disponibili.

La risposta del Direttore, Dott. Giovanni Stroppa, è stata chiara ed immediata con le azioni operative poste in essere già ad oggi. Lo stesso ha assicurato, da qui in avanti, massimo impegno per ripagare la fiducia in lui riposta, alla luce del mandato ricevuto, al fine di instaurare un pieno dialogo con i Sindaci ma anche con i professionisti della Sanità e i loro rappresentanti, in stretta collaborazione con i vertici regionali e la nuova articolazione dell’Azienda Sanitaria Unica Regionale, allineati nell’unità degli obiettivi prefissati. Operatività, dunque, e unità anche nel rispetto della diversità che i territori richiedono.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-03-2014 alle 16:06 sul giornale del 04 marzo 2014 - 1449 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, jesi, osimo, senigallia, ancona, loreto, fabriano, asur marche, Area vasta 2

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/ZlJ


Tarcisio Torreggiani

04 marzo, 11:16
Non credo che la riunione di che trattasi abbia dato particolari risultati, comunque non quelli che i Sindaci si attendevano, e se i Sindaci non hanno il coraggio di chiedere le dimissioni di Spacca la nostra Sanità andrà in malora; non c'è Stroppa che tenga che d'altra parte è stato imposto da Spacca.

Stroppa? Fabriano?
Se uno + uno fa due, il risultato è Spacca ed anche cambianndo l'ordine degli addendi il risultato è sempre lo stesso, lo dice la regola matematica quindi non si può disconoscere che tutto si dirige verso Fabriano:
c'è qualcosa che si nasconde dietro tutto questo spostamento di interessi verso Fabriano? E' elementare, non ci vuole un'aquila ....
Spacca sta attuando la politica del voto di scambio con il completo disinteresse dei cittadini delle città dove mai potrebbe riscuotere neppure un voto (penso neppure i voti dei suoi tesserati che ormai quando votano sono soliti turarsi il naso)
Grazie Spacca, da un cittadino osimano.
At salut.




logoEV