Il Museo del Mare all'ex Nautico. Presentata in Consiglio regionale una Mozione

Assemblea legislativa della Regione Marche 3' di lettura Ancona 05/04/2014 - Il Museo del Mare opera strategica della Macro Regione. Presentata in Consiglio regionale una Mozione per impegnare la Giunta a costruire gli atti necessari alla sua realizzazione. Individuato l’ex Istituto Nautico quale contenitore della nuova struttura museale.

“Un Museo del Mare ad Ancona, elemento di prestigio per il Capoluogo e per la regione. Per rafforzare l’immagine della città quale capitale della Macro Regione Adriatico – Ionica.” Questo l’obiettivo posto dalla Mozione che è stata presentata in Consiglio regionale nella quale s’impegna la Giunta regionale a costruire, in tempi rapidi, gli atti necessari per individuare gli spazi idonei a contenere provvisoriamente i materiali destinati al Museo del mare nell’ambito dell’area portuale di Ancona. Ma soprattutto, segnalare il Museo del Mare di Ancona tra le opere strategiche della nascente Macro Regione Adriatico Ionica.

A chiederlo sono i Consiglieri regionali Enzo Giancarli (Pd), primo firmatario, Gianluca Busilacchi e Fabio Badiali (Pd), Paolo Eusebi (Idv), Adriano Cardogna (Verdi), Massimo Binci (Sel), Daniele Silvetti (NcD).

Nella Mozione si chiede anche il coinvolgimento del Segretariato permanente dell'Iniziativa Adriatico - Ionica nonché la partecipazione e il coordinamento delle realtà costiere che ne fanno parte, ivi compresa la possibilità di creare una rete tra le associazioni esistenti, come il Forum delle Università Adriatico - Ioniche, il Forum delle Città dell'Adriatico e dello Ionio, il Forum delle Camere di commercio dell'Adriatico e dello Ionio.

La creazione del Museo del Mare porterebbe notevole prestigio alla città di Ancona e alla Regione Marche, rafforzando la sua immagine di capoluogo della Macroregione Adriatico - Ionica. Importanti effetti positivi si potranno avere sull'occupazione e sull'apertura di una linea di sviluppo del Porto di Ancona orientata alla cultura ed alla ricerca scientifica nonché una incentivazione del flusso turistico che annualmente transita nel porto grazie ai collegamenti con gli scali dell’Adriatico e dello Ionio.

I Consiglieri regionali individuano nell’Ex Istituto nautico Elia, una possibile posizione del Museo essendo la scuola in avanzata fase di trasferimento presso la nuova sede di Torrette. Una volta completato il trasferimento, i locali potrebbero essere disponibili per la creazione di un moderno polo museale, incentrato non solo sul rapporto con il mare della costa alta di Ancona e dell’intera costa marchigiana ma anche sulle infrastrutture che creano collegamento con l’entroterra, in una dimensione che coinvolga altre sponde dell’Adriatico e del Mediterraneo. Una sede altamente appropriata, vicina al porto antico e a quello Trainaeo, ai resti medioevali, cinquecenteschi e romani.

L’operazione non sarebbe esclusivamente culturale perché tra le funzioni che potrebbero gravitare attorno al Museo del Mare ci sono anche quelle di tipo ricettivo, ristorativo ed enogastronomico, legato alle produzioni di qualità della nostra regione comprese le ricchezze del mare. Il Museo del Mare sarà inoltre capace di coinvolgere moltissime associazioni e istituzioni interessate alla sua realizzazione espressione di una sentita e diffusa necessità più volte manifestata dai cittadini e dalle organizzazioni legate al mare.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-04-2014 alle 14:45 sul giornale del 27 marzo 2014 - 930 letture

In questo articolo si parla di politica, marche, Assemblea legislativa delle Marche, assemblea legislativa della regione marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/15R





logoEV