contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Città e decoro urbano: operazione straordinaria per 18 mila euro. La città ripulita dal Piano al Viale

4' di lettura
1952

Marasca e Foresi

Si tratta di un'operazione straordinaria quella messa in campo dall'amministrazione in collaborazione con AnconAmbiente per 18 mila euro. La città sarà ripulita dal Piano al Viale, da Corso Carlo Alberto fino al Passetto passando per gli Archi. Assessori Marasca e Foresi insieme al presidente di AnconAmbiente Gitto si appellano alla responsabilità dei cittadini. Gitto: "L'incuria di questi anni la vogliamo recuperare, ma serve buon senso civico".

Partirà entro maggio grazie anche al coordinamento degli assessori al Turismo e Cultura, Paolo Marasca e alle Manutenzioni, Stefano Foresi, la prima fase di decoro della città. Una pulizia straordinaria con attenzione agli spazi di socialità. La ripulitura straordinario andrà dal Piano, passando per Archi centro commerciale e storico, fino al Passetto. Il quartiere Archi, inoltre, avrà una attenzione particolare dati i beni archittetonici e l'operazione di ripulitura sarà eseguita a mano. Si tratterà di una vera e propria tirata a lucido che vedrà l’utilizzo di speciali mezzi di Anconambiente (tra questi anche il “Ghibli”, idropulitrice adatta anche per lavar via i graffiti dai monumenti e nelle facciate di pregio. Una macchina con uno speciale braccio in grado di passare sotto le auto in sosta o in ambienti angusti. Previste anche la pulizia con auto spurgo, momentaneamente in funzione nelle zone alluvionate a Senigallia, e delle caditoie.

Si prevede un mese di lavoro, zona dopo zona. Anconambiente metterà a disposizione mezzi e personale per una spesa di circa 18 mila euro (il costo del personale non verrà addebitato al Comune, ma sarà a spese di AnconAmbiente).

Previsti anche interventi di ristrutturazione delle panchine, oggetto di censimento da parte del comune, dal Viale della Vittoria a Posatora con vernice speciale. Ben 260 le panchine censite, nè mancheranno interventi sulla illuminazione. Si parla in particolare di Piazza Pertini che necessita, anche grazie alla valorizzazione dell'opera di Trubbiani, Mater Amabilis, con particolari istallazioni luminose. A breve, inoltre, si provvederà alla messa a bando del chiosco.

Nella seconda fase, invece, l'attenzione verrà rivolta ai singoli quartieri, specie quelli periferici. Ma dopo la pulizia straordinaria toccherà anche ai cittadini fare la propria parte: l'amministrazione invierà a cittadini ed esercenti lettere specifiche. Dalla maggiore attenzione alla raccolta differenziata fino all'appello al buon senso e alla civiltà, come ad esempio spazzare fuori dal proprio negozio, non gettare a terra mozziconi di sigarette o cartaccie e soprattutto pulire le deiezioni lasciate dal proprio cane. Il tutto come da manuale di regole di buona convivenza. E soprattutto evitare episodi come furti di piante (o atti vandalici) dalle fioriere, soprattutto dopo l'episodio di corso Garibaldi. Obiettivo, passo dopo passo, migliorare la condizione di decoro della città.

Si tratta – ha precisato l’assessore Paolo Marasca di azioni di responsabilizzazione della città, vogliamo coinvolgere tutti nella gestione dell’ambiente. Invieremo anche inviti scritti alla cittadinanza, interessando anche esercizi commerciali e privati per informare dell’operazione, ma anche per sollecitare a mantenere il decoro recuperato”.

Siamo partiti con una prima prova nella zona degli Archi – ha spiegato l’assessore Stefano Foresi ma entro maggio andremo a regime in tutta la città. Saranno 30 giorni di intenso lavoro per un costo complessivo di 18 mila euro”.

Il preventivo è così basso anche se il lavoro è così sostanzioso ha puntualizzato Antonio Gitto, presidente di Anconambienteperché non abbiamo quantificato il costo del personale di Anconambiente. Questo è infatti il nostro contributo allo sforzo che sta facendo il Comune di Ancona per il ripristino del decoro cittadino".

"L'incuria di questi anni
- ha dichiarato Gitto - la vogliamo recuperare, ma ci vuole buon senso civico. Lo stesso vale per il conferimento dell'immondizia e non solo. Un problema - ha specificato Gitto - di civiltà e di educazione. Dobbiamo fare passare il messaggio che una mano significativa debba essere data ai cittadini, ma gli stessi, anche i non residenti debbano contribuire al decoro per il bene della città. Abbiamo in essere anche progetti per gli ex detenuti e penseremo anche a ripulire la città dai graffiti per valorizzare un patrimonio artistico che Ancona possiede. Tutti dobbiamo contribuire a mantenere il decoro della città".


La pulizia della fontana piazza di Diaz prevista per questa settimana, inoltre, sarà sposata alla prossima causa mezzi di AnconAmbiente impegnati nel senigalliese.

Nelle immagini sotto i dettagli sulle operazioni zona per zona.



... Gitto Antonio


Marasca e Foresi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-05-2014 alle 16:42 sul giornale del 10 maggio 2014 - 1952 letture