contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
articolo

L'ex Cobianchi torna a spalancare le porte alla città. La struttura di piazza Roma era chiusa da 30 anni

4' di lettura
2217

L'ex Cobianchi, chiuso da circa trent'anni, torna a spalancare le porte alla città. Sara sede come anticipato dell'Informagiovani e dell'Informadonna. Da albergo diurno diventa luogo di ospitalità e ritrovo per i giovani e non solo.

Dall'intesa tra comune ed Università nasce una collaborazione che punta a fare di Ancona un città sempre più univesitaria, sempre più a portata di giovani, ma non solo. Un tavolo (il sindaco o un delegato, un rappresentate dell'università ed uno degli studenti) che coinvolga oltre ai due Enti anche il Consiglio studentesco che miri a migliorare i servizi per garantire l'integrazione degli studenti presenti in città, di rendere vivo e dinamico il rapporto tra città e docenti, ricercatori e studenti.

Luogo d'incontro per gli studenti d'ora in poi sarà l'ex Cobianchi in pieno centro cittadino a Piazza Roma. Apre le porte ufficialmente alla città con i suoi rinnovati spazi colorati, l'ex albergho diurno, da circa trent'anni chiuso al pubblico. L'informagiovani trova finalmente di nuovo casa in Piazza Roma dopo il trasloco dal Viale grazie al sostegno dei fondi FAS regionali per un recupero di 172 mila euro. All'interno sarà anche ospitata (non ancora pronta ndr) la sala audiovisivi gestita da la Fondazione Marche Cinema Multimedia. Una opportunbità restituita agli anconetani dopo la chiusura della omonima sala di via Bernabucci.

Ad inaugurare la sede l'assessore Paolo Marasca insieme al prorettore dell'Università Politecnica Gianluca Gregori. Che l'ex Cobianchi "sia luogo di riferimento per tutta la città - ha dichiarato Marasca - che crei una sorta di continuità. Passi concreti verso gli obiettivi, ma anche progetti a lungo e breve termine". Mentre Gregori sottolinea: "La strada è questa: noi proseguiamo. Un informagiovani che si inaugura con il Your Future Festival: queste sono le iniziative che si devono fare nei Capoluoghi di Regione". Dopo i successo della serata di mercoledì con l'attore Stefano Accorsi con tanto di sold out, lunedì sarà la giornata dedicata ai dottorati di ricerca. "Dal 2005 ad oggi - ha precisato il Prorettore passando ai dati - abbiamo finanziato 902 borse di ricerca: di cui 355 finanziate dall'esterno dal 100 per cento fino al 50 ed il 33%". Cifre che fanno intendere, stando a Gregori la vicinanza tra università ed aziende, tra aziende e territorio.

A portare, invece, i saluti dell'assessore Regionale Marcolini una delegata dalla Regione. "Dell'informagiovani e dell'Informadonna, di questo spazio se ne sentiva proprio l'esigenza". "Faremo molti eventi ed attività - ha assicurato il coordinatore Francesco Vernelli - e si è partiti con una settimana importante, grazie alla collaborazione con lo Your Future Festival". Il primo rendere i ragazzi autonomi grazie a strumenti forniti. Oltre informa giovani anche informa donna. Vogliamo dare strumenti utili per superare le attività. Questa idea e stata di tanti passi concreti.


A breve la nuova sede dell'informagiovani tornerà ad essere uno spazio d'incontri anche per i diasabili. Previsto infatti uno scivolo per facilitare gli accessi proprio davanti al Rettorato, di fronte alla fermata degli autobus.

Si lavora anche per la programmazione da sviluppare all'Informagiovani-Informadonna. Come sempre il servizio avrà una consulenza orientativa, formativa e di consulenza su lavoro. Novità di quest'anno sono la mobilità internazionale e il tema casa per i giovani (previste facilitazioni ed lezioni formative). "Cambieremo solo lo la filosofia del servizio - ha precisato Vernelli - per rendere sempre più autonomi i giovani. Vogliamo, inoltre, organizzare un workshop formativi e metteremo a disposizione strumenti e servizi di consulenza per confrontarsi anche dopo il percorso avviato in autonomia: un modo per stimolare gli studenti ed i giovani a crescere".

Nè potevano mancare, in ul luogo a misura di giovani, spazi espositivi capaci di ospitare mostre. Si partirà a breve con Poliarte. Ed ora non resta che provare a visitare la struttura per credere: da oggi Ancona ha di nuovo il suo Informagiovani. Sarà aperto, provvisoriamente, tutti i giorni dalle 9.30 alle 13 ed il martedì e giovedì dalle 16-18. Si prevedono già imminenti cambiamenti tra cui le aperture serali anche per favorire l'accesso alla sala audiovideo, così come alle quattro postazioni dei pc, momentaneamente off line utili per la stesura dei curriculum vitae, ma che a breve si arricchiran anche di wi-fi e connessione internet.



... Informagiovani


Questo è un articolo pubblicato il 15-05-2014 alle 19:45 sul giornale del 16 maggio 2014 - 2217 letture