contatore accessi free

Si butta dal balcone dopo un litigio. Indenne un 30enne

ambulanza 1' di lettura Ancona 12/06/2014 - Una lite, forse per soldi, e poi all'improvviso l'epilogo: 30enne bengalese si butta dal balcone di una palazzina e rimane indenne. In un primo momento sembrava fosse stato spinto, ma poi la conferma della vittima: "Mi sono buttato io".

In un primo momento si parlava di 'gesto involontario' ovvero che qualcuno, o meglio un suo coetaneo e connazionale dopo una lite, l'avesse spinto giù dal balcone di una palazzina, ma poi la conferma della vittima agli inquirenti: "Mi sono buttato io".

Di fatto il trentenne bengalese residente ad Ancona, lo avrebbe fatto senza troppo pensare alle conseguenze dal momento che non era ubriaco: è così che nell'intento di sfuggire alla lite si è buttato di sotto, fortunatamente dal primo piano. È successo mercoledì sera nei pressi della Stazione dorica, in piazza Medaglie d'Oro.

Nonostante un volo di circa quattro metri, il giovane, è rimasto pressochè illeso. Sul posto oltre ai soccorsi medici anche i Carabinieri di Ancona che, dopo aver ascoltato la vittima, hanno visto chiaro sulla vicenda.






Questo è un articolo pubblicato il 12-06-2014 alle 18:35 sul giornale del 13 giugno 2014 - 1513 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, ambulanza, 118, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/5Hc





logoEV
logoEV
logoEV