contatore accessi free

Trasportavano rifiuti pericolosi, ma senza autorizzazione. Scatta il sequestro in via Filonzi

1' di lettura Ancona 03/07/2014 - Trasportavano rifiuti pericolosi senza autorizzazione. Scatta il sequestro in via Filonzi alla Baraccola. Nei guai due persone grazie alle gazzelle del Norm. A finire nei guai anche un anconetano.

Nella giornata di mercoledì, i militari dell’aliquota radiomobile della compagnia di Ancona, deferivano in stato di libertà deu persone. Si tratta di R.V. bosniaco classe ’59 e T.G. anconetano classe ’74. L'accusa per loro è attività di gestione rifiuti non autorizzata (art. 256 comma 1 d.lvo 152/2006), nonchè falsità ideologica commessa dal privato in atto pubblico (art. 483 c.p. in relazione art. 260-bis comma 2 d.lvo 152/2006) in concorso (art. 110 c.p.). Il duo, infatti, veniva sorpreso in via Filonzi mentre si aggiravano nei pressi di alcune ditte del luogo a bordo di un furgone.

Ma è all'alt dei militari che venivano pizzicati con a bordo rifiuti pericolosi e più precisamente quelli della categoria r.a.e.e. ovvero rifiuti di apparecchiature ellettriche ed elettroniche. Il tutto senza essere iscritti all’albo nazionale dei gestori ambientali e senza aver emesso la scheda descrittiva dei rifiuti pericolosi. Oltre al materiale, inoltre, sequestrato anche il mezzo. Per loro, dunque, nulla da fare: scatta la denuncia in stato di liberta’ da parte delle gazzelle.








Questo è un articolo pubblicato il 03-07-2014 alle 18:37 sul giornale del 04 luglio 2014 - 1485 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/6Mg





logoEV