contatore accessi free

Sicurezza: D'Angelo e La Tua Ancona, "Ormai le lamentele sono tali e tante..."

Italo D'Angelo 3' di lettura Ancona 08/07/2014 - Ormai le lamentele sono tali e tante che parlare del Comune sembra di sparare sulla Croce Rossa. Operazione sicurezza: la nostra mozione era datata giugno 2013.

L'abbiamo condivisa con la maggioranza. Risultato: Foresi che dice rivolto agli immigrati "i violenti a casa loro". Quale casa? Hanno permesso di soggiorno e residenza in Ancona. E alle primarie hanno fatto comodo al PD e allo stesso Foresi. Memoria corta di una Amministrazione incapace che, negli anni, ammette di aver concentrato in un quartiere 7000 stranieri di etnie diverse. 7000 regolari. E i clandestini? Forse altrettanti. I cittadini di Via Giordano Bruno e i commercianti che abbiamo incontrato giovedì sera sono esasperati per la mancanza di sicurezza e del decoro quindi di pulizia. Foresi ci dice da mesi che le telecamere sono pronte: lo sapevamo perché sono quelle del Grande Evento flop della venuta di Papa Benedetto , regalateci dalla Protezione Civile ,ma senza le fibre ottiche non possono essere collegate . Non è dato conoscere se e quando saranno in funzione.

Ma se non collegate alle Forze dell'Ordine con pattuglie pronte ad intervenire serviranno a ben poco . Intanto i Sindacati di Polizia lamentano che il personale in aggregazione non arriva e quello che c'è viene dirottato in altre città; i Vigili Urbani minacciano manifestazioni per una pattuglia 18/24 che chiamano "notturna "che si abbatte sull'unica Piazza frequentata da giovani : piazza del Papa . A noi farebbe piacere che controllasse anche periferie e frazioni. E per il decoro la risposta viene dalla stessa Ancona Ambiente: se non c'è è per l'assenteismo dei dipendenti. Insomma colpa dell'8 per cento del personale assente, percentuale ritenuta determinante. E così sporcizia, topi e zanzare al centro e in periferia. E allora? Interviene Foresi che da Superman si improvvisa Superflit: pronta una squadra. Ieri sera passare per il centro, ha significato rattristarsi: ubriachi, scatoloni davanti ai negozi, sporcizia varia. Programmi , progetti: se ne parla alle Commissioni. Nei giorni scorsi si è parlato del Museo del Mare.

Presidente, architetti e volontari delle Associazioni hanno lavorato per un anno ad un progetto dal costo minimo , sovvenzionato dalla Regione. Un Museo del Mare ,a difesa della nostra identità ,che va scomparendo. Coinvolgente l'esposizione, durata ore. I Consiglieri Commissari tutti d'accordo fino all'intervento degli Assessori al Porto e alla Cultura. Hanno detto che bisogna pensare in grande: al waterfront. E così ,tutto rinviato ,e tutti a casa, come cani bastonati. Così anche per la Mostra canina pronta a trasferirsi a Pesaro perché sembrerebbero sorti problemi di sicurezza nella vecchia sede . Alla fine pure il trasferimento della Mensa dei Poveri diventa una "guerra tra poveri" con il Vescovo contrario al trasferimento, i commercianti che lo vogliono in una sede più idonea e ne motivano il perché ,l'Assessore competente anch'essa favorevole ed ora lo stesso Presidente della Caritas che parla di progetto condiviso, di fatto azzerando tutte le polemiche dei giorni scorsi. E, nei programmi, anche il trasferimento dell'unica struttura sanitaria rimasta al centro il Poliambulatorio del Viale per la quale abbiamo chiesto in Commissione, venerdì, garanzie che avvenga solo se e quando pronte le strutture dell'ex Umberto I. Amaro in fondo: Portonovo. L'Amministrazione è riuscita a mettersi tutti contro : operatori turistici ,confindustria e confcommercio.

Tariffe alte, parcheggi pieni, spiagge irraggiungibili e impraticabili. Sarebbe stato sufficiente programmare qualche mese fà i lavori, parlare con i cittadini, i Consiglieri di maggioranza che pure si lamentano, ma su tutto resta la massima del Sindaco: "Ce ne faranno una ragione...".

Noi de La Tua Ancona, signor Sindaco non ce ne faremo una ragione!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-07-2014 alle 00:36 sul giornale del 08 luglio 2014 - 1061 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, italo d'angelo, lista civica la tua ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/6V5





logoEV
logoEV