contatore accessi free

AdMed, Premio a Vattimo: D'Angelo "Inopportuno"

Italo D'Angelo 1' di lettura Ancona 28/07/2014 - Conferire il premio a Vattimo da parte di AdMed è quantomeno inopportuno. In questo periodo di crisi internazionale e di rapporti delicati e mediazioni affinché la guerra tra Israele e Palestina cessi, abbiamo bisogno di "uomini di buona volontà" e di manifestazioni che invitano al dialogo e alla pace e non di provocazioni.

Tutti proviamo un senso di sgomento, amarezza e tristezza quando vediamo bombardate case e scuole che provocano stragi di innocenti peraltro in tempo reale trasmesse sulle nostre TV, ma non possiamo dimenticare i tanti morti, causati dalla viltà di un terrorismo che colpisce anch'esso scuole, mezzi di trasporto, cinema ed altri luoghi di riunione.

La guerra fa schifo da qualsiasi parte la si guardi e non ci sono guerre giuste. Se io fossi un filosofo avrei già ringraziato gli organizzatori della manifestazione ed avrei declinato l'offerta. Del resto filosofo significa essere amante della sapienza che è prima di tutto intelligenza che è una categoria morale e buonsenso.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-07-2014 alle 01:36 sul giornale del 28 luglio 2014 - 938 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, italo d'angelo, lista civica la tua ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/7O7





logoEV
logoEV