Ancona aderisce a "Wiki Loves Monuments". Il patrimonio culturale italiano su Wikipedia

wiki loves monuments 2' di lettura Ancona 11/08/2014 - I più significativi monumenti della città sotto i “flash” del più grande concorso fotografico del mondo.

Il Comune di Ancona ha aderito infatti per la prima volta a Wiki Loves Monuments, giunto alla quarta edizione internazionale e alla terza a cui partecipa l'Italia, appunto il più esteso concorso fotografico del mondo, come testimoniato dal Guinness Record Book (http://www.guinnessworldrecords.com/ records-6000/largest-photography-competition/) che valorizza il patrimonio culturale del nostro paese su Wikipedia, promotrice dell’evento. Dal 1° al 30 settembre sarà possibile collegarsi al sito http:// www.wikilovesmonuments.it e da lì caricare su Wikimedia Commons le immagini dei luoghi - monumenti ma non solo - che possono legalmente essere fotografati durante questa edizione.

Il Codice Urbani (D.lgs 42/2004) sancisce infatti l'impossibilità di fotografare monumenti e diffonderne le foto senza una precisa autorizzazione da parte degli enti pubblici territoriali che li hanno in consegna: per quanto riguarda il comune di Ancona, con la sua adesione ha “liberato” questi luoghi che saranno oggetto del concorso fotografico e potranno essere legalmente ritratti: Arco di Traiano (115 d.c.); Casa natale di Francesco Podesti (via Podesti 62); Chiesa di San Domenico (sec. XVIII); Museo di San Francesco/ Cripta del Convento di San Francesco alle Scale, (sec. XIV); Fonte del Calamo (sec. XVI) Mole Vanvitelliana (1733-1743); Polveriera Castelfidardo (1864-1866); Mercato coperto (1926); Monumento ai caduti (inaug. 1932); Porta Pia (1787-1789); Scalinata piazza del Plebiscito Statua di Clemente XII; Palazzo degli Anziani (sec. V). Associazioni del settore, fotografi professionisti e dilettanti, appassionati di arte e di fotografia: tutti possono partecipare a questa manifestazione che rappresenta un grande motore di divulgazione delle bellezze artistiche della nostra terra

. Le immagini caricate per il concorso potranno essere utilizzate da chiunque ma indicando sempre il nome dell’autore. “E’ una grande operazione di comunicazione turistica partecipata – sottolinea così il senso dell’iniziativa l’assessore a Cultura e Turismo Paolo Marasca - Ancona ha deciso con grande convinzione di inserirsi in questo circuito consolidato dove i cittadini diventano i principali tour operator del loro territorio e rafforzano la propria identità e la propria appartenenza ritraendo i simboli della loro città”. Un circuito portentoso: solo nell’ultima edizione italiana hanno partecipato oltre 200 tra enti e istituzioni per un totale di oltre 8000 foto di monumenti raccolte. Tutte le informazioni su www.wikilovesmonuments.it.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-08-2014 alle 12:15 sul giornale del 12 agosto 2014 - 11150 letture

In questo articolo si parla di cultura, ancona, comune di ancona, wiki loves monuments

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/8rM





logoEV
logoEV
logoEV