contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

D’Angelo: "Nuovo Sindaco e una nuova Giunta per il bene di Ancona"

2' di lettura
919

Italo D'Angelo

Prima la capogruppo PD concorda con l'opposizione su una estate deludente, la peggiore degli ultimi 20 anni ed invoca “un cambio di passo”, oggi il Presidente della Commissione Bilancio “si aspetta passi avanti nelle risposte ai problemi quotidiani della città”, Mandarano che esprime “giudizio pessimo sulla sindacatura” (Sindaco e Giunta sono serviti) e infine Urbisaglia invoca “un salto di qualità”. Si tratta di valutazioni espresse dai Consiglieri di maggioranza, più dure di quelle delle opposizioni, commenta D’Angelo, Capogruppo La Tua Ancona.

Pelosi indica come “tema centrale, il reperimento delle risorse”. A nostro avviso si è premuto troppo sulla tassazione dei cittadini (che ormai non ce la fanno più), mentre non si sono attuati i risparmi necessari e possibili. Il tutto mentre il malgoverno si estende sempre più come dimostra la gravissima situazione in cui versa la ZIPA ,con un passivo di circa 600.000 euro, bilancio - peraltro - occultato al Consiglio comunale e alla città.

Ed il Comune che non è in grado di onorare neanche il pagamento dell’affitto del parcheggio alla Soprintendenza (8.000 euro annui) che pertanto mette i lucchetti e chi si è visto si è visto. Spero almeno che il buon Fiorillo non faccia causa alla Soprintendenza, dopo aver fatto causa al Ministro (PD) Orlando per le spese dei Tribunali, per la gioia degli Avvocati che comunque verranno pagati con i soldi dei cittadini. A nostro avviso il problema non si risolve aumentando ulteriormente tasse e balzelli, ma con il “buongoverno della cosa pubblica” e quindi mettendo fine agli sperperi del Comune, delle Aziende e dei Consorzi comunali.

Il Governo centrale spinge per “i risparmi sulle spese” e in Ancona si fa il contrario. Infine sarebbe un buon segnale a fronte della “carenza di risorse” che proprio il Sindaco e la Giunta diano un buon esempio: chi si occupa della città a tempo pieno indennità intera; chi se ne occupa a tempo parziale indennità parziale: si risparmierebbero risorse per oltre 250.000 euro all’anno, si farebbe un pochino di giustizia e si eviterebbero altri balzelli sui cittadini.

Ma il problema ormai evidente a tutti (anche ai Consiglieri PD) è che la sindacatura è inadeguata, deludente e incapace di “cambiare passo” o di “fare salti di qualità”. Il rodaggio è finito e il bilancio è impietoso come l’ha definito Mandarano: sindacatura pessima.



Italo D'Angelo

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-09-2014 alle 17:15 sul giornale del 03 settembre 2014 - 919 letture