contatore accessi free

Atletica: 2000 under 16, lo stamurino Simone Barontini si afferma a Majano

simone barontini 7' di lettura Ancona 08/09/2014 - Majano: tre vittorie per le Marche. Otto piazzamenti sul podio e quinto posto in classifica dei giovani marchigiani nell’incontro internazionale disputato in Friuli.

Anche quest’anno i giovani delle Marche lasciano il segno al 23° Trofeo internazionale di Majano (Udine), classica rassegna dedicata alle categorie cadetti (under 16) e ragazzi (under 14). La graduatoria a squadre vede in quinta posizione la rappresentativa della regione al plurale, che sale otto volte sul podio individuale: 3 vittorie, 2 secondi e 3 terzi posti. Nel lancio del disco cadetti non ha rivali Marco Balloni (Asa Ascoli Piceno): l’atleta allenato da Armando De Vincentis firma il miglior risultato della manifestazione con 47.12 e si conferma al comando delle liste italiane stagionali per la categoria, incrementando notevolmente il 43.55 realizzato a Fermo nel mese di maggio. Sui 2000 under 16, bella affermazione in 6’00”33 di Simone Barontini (Sef Stamura Ancona): l’allievo di Fabrizio Dubbini regola gli avversari al termine di una gara ben condotta tatticamente, mentre nei 600 ragazzi con 1’37”30 si impone Paolo Pennacchietti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti), seguito dal tecnico Ivan Ruzzetta. Cresce poi la mezzofondista Alice Principi (Atl. Avis Macerata), al record personale di 3’04”37 sui 1000 cadette per il secondo posto, e stesso brillante piazzamento di Fabio Santarelli (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) nel lungo under 16 grazie a un salto di 6.22 (-0.2). Terzo gradino del podio con 10”23 (0.0) sugli 80 cadette per Elisabetta Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro), che nella stagione in corso ha vinto la finale nazionale dei Campionati studenteschi sulla stessa distanza, ma anche per i ragazzi Mattia Mecozzi (Sport Atl. Fermo) e Livia Moretti (Atl. Chiaravalle), entrambi vincitori del bronzo nei 60 metri rispettivamente in 8”08 e 8”48. Premiata invece con un riconoscimento speciale per la lealtà sportiva Linda Lattanzi (Atl. Fabriano), ottava nel disco cadette con 23.82, che ha segnalato ai giudici un errore nei risultati: infatti le era stata attribuita per sbaglio una misura più lunga.

La squalifica di Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese), seconda all’arrivo nei 600 ragazze ma dopo aver danneggiato involontariamente un’avversaria, preclude alla formazione delle Marche un piazzamento migliore del quinto posto nella classifica finale in cui svetta la squadra ungherese di Budapest, davanti a Padova, Treviso e Venezia. Il bilancio è comunque positivo, con diversi atleti in grado di ottenere il personal best durante questa importante occasione di confronto con i pari età di altre regioni e nazioni.

RISULTATI Cadetti. 80: 12. Matteo Bernocchi (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 9”87 (+1.4); 2000: 1. Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) 6’00”33; 100hs: 12. Luca Sordoni (Sport Dlf Ancona) 15”70 (+0.3); alto: 8. Davide Malatesta (Sef Stamura Ancona) 1.71 pb; lungo: 2. Fabio Santarelli (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 6.22 (-0.2); peso: 4. Alex Paolucci (Sport Atl. Fermo) 14.05; disco: 1. Marco Balloni (Asa Ascoli Piceno) 47.12 pb; giavellotto: 18. Michele Pasquinelli (Sef Stamura Ancona) 29.96 pb; 80 extra: 7. Michele Diletti (Atl. Recanati) 9”94 (+0.1); 4x100: 8. Bernocchi, Santarelli, Diletti, Sordoni 47”26. Cadette. 80: 3. Elisabetta Vandi (Atl. Avis Fano-Pesaro) 10”23 (0.0); 1000: 2. Alice Principi (Atl. Avis Macerata) 3’04”37 pb; alto: 7. Alessandra Tavoni (Sport Dlf Ancona) 1.49; lungo: 4. Martina Ruggeri (Atl. Fabriano) 4.99 (+1.1); peso: 6. Erika Falcioni (Asa Ascoli Piceno) 10.15; disco: 8. Linda Lattanzi (Atl. Fabriano) 23.82; giavellotto: 10. Teodora Ricci (Collection Atl. Sambenedettese) 29.54; 80 extra: 5. Camilla Curzi (Atl. Senigallia) 10”56 (+1.2); 6. Elisa Maggi (Atl. Fabriano) 10”58 (+1.0); 12. Chiara Pasquali (Atl. Castelfidardo Criminesi) 11”66 (+0.5); 4x100: 4. Pasquali, Vandi, Curzi, Maggi 50”77. Ragazzi. 60: 3. Mattia Mecozzi (Sport Atl. Fermo) 8”08 pb; 600: 1. Paolo Pennacchietti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 1’37”30; lungo: 5. Alessandro Caccini (Collection Atl. Sambenedettese) 4”94 (-0.4) pb; peso: 4. Davide Sanginesi (Atl. Civitanova) 14.21 pb; 4x100: 13. Mecozzi, Pennacchietti, Sanginesi, Caccini 54”81. Ragazze. 60: 3. Livia Moretti (Atl. Chiaravalle) 8”48; 600: squal. Emma Silvestri (Collection Atl. Sambenedettese); alto: 7. Benedetta Trillini (Atl. Amatori Osimo) 1.39; vortex: 15. Giorgia Gerace (Atl. Fabriano) 32.53; 4x100: 7. Gerace, Silvestri, Trillini, Moretti 55”89.

MEETING SAN GIULIANO, LANCIATORI PROTAGONISTI Premiati nella riunione di Macerata il pesista Del Gatto e la martellista Palmieri Si rinnova allo stadio Helvia Recina di Macerata la tradizione del Meeting San Giuliano, arrivato all’edizione numero 27 e inserito nelle iniziative della festa patronale. La manifestazione, valida come Coppa Banca Marche, vede il miglior risultato tecnico maschile con 16.65 del pesista Lorenzo Del Gatto (Team Atletica Marche), secondo in questa stagione alla rassegna tricolore promesse. Per il secondo anno consecutivo al giovane montegiorgese va quindi il Memorial Delio Salvucci, storico vicepresidente dell’Atletica Avis Macerata, club organizzatore dell’evento con il patrocinio di Regione Marche, Provincia di Macerata e Comune di Macerata. Tra le donne, ad aggiudicarsi il trofeo intitolato alla discobola Jessica Palmieri è un’altra lanciatrice: l’omonima toscana Elisa Palmieri (Esercito), seconda ai recenti Assoluti, fa atterrare il suo martello a 62.85. In evidenza poi l’atleta di casa Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata), campione italiano in carica sui 110 ostacoli allievi, che ritocca il primato personale (e miglior prestazione italiana dell’anno under 18) affermandosi in 14”00 (vento nullo) davanti a Loris Manojlovic (Collection Atl. Sambenedettese), secondo in 14”48 e piazzato con 51”35 anche nei 400 metri vinti dall’oro europeo paralimpico Ruud Koutiki (Asa Ascoli Piceno) in 50”71. Sul rettilineo dei 100 prevale Mario Brigida (Sport Atl. Fermo) con 10”76 (-1.0), nei 3000 metri si migliora lo junior Zakaria Rouimi (Mezzofondo Club Ascoli) in 8’36”51. Due portacolori dell’Atletica Avis Macerata presieduta da Arnaldo Porro conquistano il successo al femminile: l’astista Nadia Caporaletti (3.65) e la mezzofondista Ilaria Sabbatini (4’39”84 nei 1500 metri). Sui 200 la più veloce è Sokhona Kebe (Tam), allieva di Corridonia, al personal best con 25”70 (0.0) davanti alla compagna di squadra sangiorgese Annalisa Torquati (25”72), prima nei 100 in 12”50. Nell’ambito del meeting si è svolto uno stage per giudici misuratori di salti e lanci, mentre in mattinata c’è stato un sopralluogo in vista del prossimo grande evento di atletica allo stadio Helvia Recina: la finale interregionale dei Campionati italiani allievi di società, in programma nel week-end del 4-5 ottobre, di cui il Meeting San Giuliano è stata la prova generale. Presenti alla manifestazione Alferio Canesin, assessore comunale allo sport, e Francesco Marcolini, segretario dell’Avis comunale di Macerata, insieme a Giuseppe Illuminati, delegato provinciale Coni, e Giuseppe Scorzoso, presidente Fidal Marche.

RISULTATI (Macerata, 6 settembre) Uomini. 100: Mario Brigida (Sport Atl. Fermo) 10”76 (-1.0); 200: Claudio David (Aterno Pescara) 22”73 (+0.1); 400: Ruud Koutiki (Asa Ascoli Piceno) 50”71; 800: Valerio Rosato (Aterno Pescara) 1’57”00; 3000: Zakaria Rouimi (Mezzofondo Club Ascoli) 8’36”51; 110hs juniores: Andrea Pacitto (Collection Atl. Sambenedettese) 15”15; 100hs allievi: Nicola Cesca (Atl. Avis Macerata) 14”00 (0.0); alto: Manuel Nemo (Tam) 1.88; triplo: Amen Ruhul (Sport Atl. Fermo) 12.05 (+0.5); peso: Lorenzo Del Gatto (Tam) 16.63; disco: Daniele Duca (Sport Atl. Fermo) 37.73. Donne. 100: Annalisa Torquati (Tam) 12”50; 200: Sokhona Kebe (Tam) 25”70 (0.0); 400: Regina Perla dos Santos (Aterno Pescara) 56”19; 1500: Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) 4’39”84; 400hs: Beatrice Pollara (Aterno Pescara) 1’09”48; asta: Nadia Caporaletti (Atl. Avis Macerata) 3.65; lungo: Betti Sgariglia (Sport Atl. Fermo) 5.46 (+0.4); martello: Elisa Palmieri (Esercito) 62.85. Cadetti. 80: Luca Ranucci (Sef Stamura Ancona) 10”04 (-1.1); 300: Lorenzo Mantenuto (Aics Hadria Pescara) 39”13; 1200 siepi: Fabio Ciriaci (Atl. Avis Macerata) 3’32”91; asta: Michelangelo Pomante (Atl. Gran Sasso) 3.00; giavellotto: Alessio Bompezzo (Atl. Castelfidardo Criminesi) 40.28. Cadette. 80: Delia Bordonaro (Libertas Città di Castello) 10”59 (+0.3); 300: Gaia Sabbatini (Atl. Gran Sasso) 42”48; 1000: Giulia Giorgi (Libertas Arcs Cus Perugia) 3’11”21; asta: Nikita Lanciotti (Atl. Sangiorgese R. Rocchetti) 2.90; triplo: Sofia Di Castri (Atl. Avis Macerata) 10.30 (+0.1). Ragazzi. 60: Lorenzo Lattanzi (Atl. Fabriano) 8”24; alto: Stefano Tisselli (Aics Hadria Pescara) 1.43. Ragazze. 60: Matilde Orsini (Aics Hadria Pescara) 8”66; alto: Sara Zuccaro (Atl. Fabriano) 1.31.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-09-2014 alle 00:26 sul giornale del 08 settembre 2014 - 4639 letture

In questo articolo si parla di attualità, sport, atletica, fidal marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/9qm





logoEV
logoEV
logoEV