Lodolini: "Non vogliamo abolire l'articolo 18, vogliamo riformare il mercato del lavoro"

Emanuele Lodolini 2' di lettura Ancona 30/09/2014 - “In Direzione nazionale ho votato la proposta del Segretario Matteo Renzi e voterò, quando arriverà alla Camera, la riforma del lavoro, oggi al Senato, per l’occupazione e la tutela dei più deboli. Noi non vogliamo abolire l'articolo 18, vogliamo riformare il mercato del lavoro. Certamente l'art.18 non è una questione da prendere alla leggera ma essa non deve impedire l'approvazione della Delega, senza la quale il mercato del lavoro rimarrebbe bloccato e frammentato come è ancor oggi, lasciando senza risposte migliaia di giovani e tanti over-50".

E’ quanto afferma il deputato anconetano del PD Emanuele Lodolini, componente della Direzione nazionale, che ricorda i quattro punti del documento: 1) Una rete più estesa di ammortizzatori sociali rivolta in particolare ai lavoratori precari, con una garanzia del reddito per i disoccupati proporzionale alla loro anzianità contributiva e con chiare regole di condizionalità attraverso un conferimento di risorse aggiuntive a partire dal 2015.

2) Una riduzione delle forme contrattuali, a partire dall’unicum italiano dei co.co.pro., favorendo la centralità del contratto di lavoro a tempo indeterminato con tutele crescenti, nella salvaguardia dei veri rapporti di collaborazione dettati da esigenze dei lavoratori o dalla natura della loro attività professionale.

3) Servizi per l’impiego volti all’interesse nazionale invece che alle consorterie territoriali, integrando operatori pubblici, privati e del terzo settore all’interno di regole chiare e incentivanti per tutti.

4) Una disciplina per i licenziamenti economici che sostituisca l’incertezza e la discrezionalità di un procedimento giudiziario con la chiarezza di un indennizzo economico certo e crescente con l’anzianità, abolendo la possibilità del reintegro. Il diritto al reintegro viene mantenuto per i licenziamenti discriminatori e per quelli ingiustificati di natura disciplinare, previa qualificazione specifica della fattispecie".

"Vogliamo realizzare - conclude Lodolini - una riforma che aiuti l'occupazione ed accompagni con il sostegno al reddito e le politiche di ricollocazione ogni persona che si trovi in difficoltà nel lavoro, nei diversi momenti della propria vita".


da On. Emanuele Lodolini
parlamentare Pd





Questo è un articolo pubblicato il 30-09-2014 alle 23:09 sul giornale del 01 ottobre 2014 - 1553 letture

In questo articolo si parla di emanuele lodolini, roma, ancona, pd, lodolini e piace a Emlodolini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/0pW





logoEV
logoEV