Il Ministro Orlando in visita ad Ancona. Pronte mille nuove assunzioni per il settore giustizia

3' di lettura Ancona 05/10/2014 - Pronte mille nuove assunzioni per il settore giustizia. Paoli, Ordine Avvocati: “Dateci una mano sul fronte del personale”.

Riforma della giustizia, calendarizzazione della legge sulla responsabilità civile, nuovo concetto di famiglia, tutela dei figli nati fuori dal matrimonio e per le coppie omosessuali, superamento del corporativismo delle categorie, specializzazione della professione. Questi alcuni dei temi affrontati da Andrea Orlando, Ministro della Giustizia, nel corso del suo intervento in conclusione dei lavori della tre giorni di approfondimento sul tema “La famiglia, tra evoluzione e crisi”, organizzato dall'Ordine degli Avvocati di Ancona. Nei 28 minuti del suo intervento il Guardasigilli ha sottolineato che ha già parlato con il presidente del Senato Grasso e che vedrà in settimana quello della Camera Boldrini, per ottenere un impegno scritto dai due rami del Parlamento rispetto alla calendarizzazione della legge sulla responsabilità civile dei magistrati, per la quale è stata aperta una procedura di infrazione europea rispetto alla quale occorre dare risposte certe, convinto che entro la fine dell'anno la questione possa essere risolta.

Ma anche sul fronte della riforma della Giustizia il Ministro è stato chiaro: “Una riforma non si può reggere solo su interventi di carattere legislativo. Nella giustizia ci sono 9mila vuoti di organico tra personale amministrativo e di cancelleria che sono una tara insormontabile se si vuole far ripartire la macchina della giustizia a ritmi accettabili e quindi, pur in un quadro di gravi ristrettezze, il governo si è posto l'obiettivo minimo di riuscire a inserire in organico almeno 1000 persone nel prossimo anno”. La presenza del Ministro Guardasigilli prima annunciata per partecipare al dibattito della sessione di venerdì sul tema “Crisi della coppia mista e coniugata”, e poi disertata per motivi istituzionali e motivata da una lettera inviata a Giampiero Paoli, presidente dell'Ordine degli Avvocati di Ancona, è stata invece solo posticipata di poche ore. Il Ministro Orlando, infatti, è intervenuto per chiudere la sessione “Obbligazioni alimentari in ambito internazionale” e per offrire alla platea degli avvocati, marchigiani e non solo, il suo punto di vista. Si è parlato anche della riforma della giustizia civile ed a questo proposito il Ministro Orlando ha invitato a "de-ideologizzare il dibattito sulle procedure di semplificazione per le separazioni assistite senza voler intervenire sull'istituto del divorzio ma affrontando le situazioni che pongono meno problemi di carattere giuridico evitando che queste situazioni debbano necessariamente essere risolte di fronte ad un giudice ed individuando altri soggetti pubblici che possano svolgere questa sorta di presa d'atto”. “Mi auguro che il Parlamento approvi questa impostazione contenuta nel decreto – ha detto - che non intende discutere dell'ordinamento della famiglia ma solo di come si possa togliere un po' di contenzioso di fronte a tribunali che vivono situazioni insostenibili.”

Al termine dell'intervento del Ministro Orlando, il presidente dell'Ordine degli Avvocati Giampiero Paoli ha ringraziato il Guardasigilli per la presenza, riconoscendo la “visione chiarissima e lucidissima di quanto occorra fare”, “e noi ne abbiamo sentiti molti di ministri in passato – chiosa Paoli, rimarcando le deficienze di organico che vanificano le novità anche più significative come quella del processo telematico per il quale il Tribunale di Ancona è ai primi posti in Italia. “Gli avvocati, e quelli anconetani e marchigiani in particolare, mugugnano spesso ma poi non protestano ed anzi lavorano e cercano soluzioni” – insiste Paoli. “Dateci una mano sul fronte del personale che poi le riforme che approverete le rispetteremo e le renderemo operative.”






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 05-10-2014 alle 16:25 sul giornale del 06 ottobre 2014 - 3666 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, avvocati, Ordine degli Avvocati di Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/0Cp





logoEV
logoEV