Numana: un clandestino e tre lavoratori in nero. Sospesa l’attività di una ditta

Ispettorato del lavoro 1' di lettura 07/10/2014 - Un clandestino e tre lavoratori in nero è questo il bilancio di un fermo avvenuto a Numana. Sospesa l’attività di una ditta. Il tutto grazie all'indagine congiunta tra ispettori del lavoro di Ancona, Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro e non solo.

Contrasto del fenomeno del lavoro sommerso, scattano i controlli anche nell'anconetano e in particolare su iniziativa della Direzione Territoriale del Lavoro di Ancona. E' così che dopo un fermo per alcuni accertamenti sono stati pizzicati lavoratori non in regola. Si tratta di extracomunitari che distribuivano volantini pubblicitari di alcune grandi catene commerciali nel Comune di Numana. Uno di loro, inoltre, è risultato clandestino, sprovvisto di documenti e privo di un regolare permesso di soggiorno, e tre lavoratori, due pakistani ed un afgano, che lavoravano completamente in nero.

Scatta, dunque, la sospensione dell’attività imprenditoriale della ditta in questione, come previsto dal D.Lgs. 81/2008 a tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro. Grazie a questa operazione si scardina un'altro punti critici tra sfruttamento di manodopera in nero e manodopera clandestina grazie alle indagini congiunte tra ispettori del lavoro di Ancona, Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro ed il supporto della struttura e dei militari della locale Stazione dei Carabinieri.

"La collaborazione tra le forze di polizia giudiziaria impegnate nel controllo del territorio - ha affermato in una nota il Direttore della DTL di Ancona, Andrea Fiordelmondo - è di primaria importanza per assicurare una economia sana e la tutela dei diritti dei cittadini e dei lavoratori”.






Questo è un articolo pubblicato il 07-10-2014 alle 16:54 sul giornale del 08 ottobre 2014 - 2417 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, redazione, ancona, numana, vivere ancona, laura rotoloni, ispettorato del lavoro, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/0IZ





logoEV