Riforestazione: accordo da oltre 750 mila euro ad Ancona con la società Autostrade

3' di lettura Ancona 09/10/2014 - Al via alla riforestazione di 100 ettari del territorio comunale di Ancona. A impegnarsi per i lavori per oltre 750 mila euro Autostrade per l'Italia. Il progetto permetterà di compensare l'effetto smog dovuto alla relizzazione terza corsia dell'A14. Stipulata giovedì, alla presenza degli assessore Giorgi ed Urbinati, la convenzione tra Regione e Comune. Tre le zone individuate: due a Posatora ed una a Varano. I video.

Compensare l'anidride carbonica prodotta dalla mole di traffico generata dalla realizzazione della terza corsia autostradale con l'ossigeno di migliaia di nuove piante. E' questa l'operazione di cui si sta facendo carico la Società Autostrade per l'Italia che, nell'ampliare la carreggiata tra Cattolica e Porto Sant'Elpidio, in accordo con il Ministero dell'Ambiente e della tutela del Territorio e del Mare ha predisposto un piano di riforestazione nei Comuni aderenti anche attraverso l'operato della Regione. Non poche le difficoltà incontrare, dal momento che i comuni hanno aree già impegnate e lo spazio libero restante è spesso dedicato all'agricoltura.

Cento ettari del territorio comunale, dopo la stipula del contratto, saranno interressati dal progetto. Al via a breve il primo di tre stralci, quello di 15 ettari, tra le tre aree individuate: due a Posatora ed una in località Passo Varano, via Volponi e via Betti. Il tutto per un importo complessivo di 753 mila euro. A suggellare la stipula le firme, giovedì mattina a Palazzo del Popolo, dell’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Maurizio Urbinati e l'assessore regionale alle Infrastrutture, Paola Giorgi.

Abbiamo accolto con estremo favore - ha sottolineato l'assessore Urbinati - l'invito del Ministero ad individuare aree verdi per compensare le emissioni di carbonio prodotte dall'aumentato flusso di traffico. Si tratta di un intervento di mitigazione ambientale che avrà certamente una notevole efficacia e che verrà eseguito con molta attenzione, dato che dopo la messa a dimora alberi e siepi verranno monitorati per un periodo di 5 anni, affinché l'attecchimento riesca. I lavori saranno progettati e appaltati dal Comune ma le spese saranno tutte a carico della Società Autostrade. Ancona peraltro è un polmone verde di suo, avendo circa 2 milioni di mq di verde".

La forestazione, come previsto nell'ambito delle opere compensative per i lavori di ampliamento della terza corsia, prevede una sinergia diretta tra Regione e Comune di Ancona, come con tutti i Comuni coinvolti- riferisce l'assessore Paola Giorgi. Parliamo di dodicimila alberi in totale, perciò un progetto di grande rilievo ambientale per il quale ringraziamo la Società Autostrade che sta investendo in Italia 11 milioni di euro e nelle Marche sta mettendo mano a 60 interventi. Le piante che verranno messe a dimora sono tutte autoctone e di grande bellezza e fanno parte della macchia mediterranee: frassino, leccio, pioppo, roverella, carpino nero, alloro, caprifoglio, corbezzolo e altre ancora". Le opere di piantumazione, individuate in particolare nelle aree a rischio di dissesto idreogeologico, avranno inizio già nelle prossime settimane.

Sotto i video degli interventi.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-10-2014 alle 17:17 sul giornale del 10 ottobre 2014 - 2062 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, ancona, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/0Qn





logoEV