Avviati i lavori di messa in sicurezza della falesia alle spalle della “Seggiola del Papa”. Scatta il divieto

Seggiola del Papa Ancona 1' di lettura Ancona 16/10/2014 - Sono iniziati oggi i lavori di tutela della falesia ed è stato confermato il divieto di accesso e stazionamento nel tratto della costa del Passetto che va dalla grotta con il civico 83 alla grotta con il civico 120.

Lo sancisce una ordinanza firmata dal sindaco Valeria Mancinelli, in concomitanza dei lavori di messa in sicurezza che interessano il cosiddetto “piastone”, un’area di muri e pietre e cemento a protezione delle grotte nelal zona della “Seggiole del Papa” dove già vigeva il divieto di transito.

L'Amministrazione comunale ha difatti accertato la necessità di procedere con urgenza a tale intervento come previsto nel progetto definitivo approvato nel maggio scorso e finanziato per 99.000,00 euro. Il tratto di falesia interessata- retrostante la “seggiola del Papa”- era stato compromesso dalle fortissime mareggiate del 2013 che hanno causato la totale demolizione del “piastrone” presente (che svolge il ruolo di protezione delle grotte e di conseguenza della rupe stessa) oltre alla distruzione della passerella di acciaio che consentiva l'accesso alla “seggiola del Papa”.

Le mareggiate di qualche settimana fa lasciano presagire il ripetersi del fenomeno nel periodo invernale e pertanto si rende necessario un atto straordinario per l'esecuzione del lavoro. La zona ricade in ambito di vincolo paesaggistico e naturalistico del Parco del Conero ed è prevista di specifico piano attuativo, di qui la necessità di adottare un atto straordinario a tutela della rupe e della parte di città ad essa sovrastante. I lavori, avviati oggi, avranno la durata di 60 giorni.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-10-2014 alle 17:09 sul giornale del 17 ottobre 2014 - 2454 letture

In questo articolo si parla di attualità, ancona, comune di ancona, seggiola del papa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/aabr





logoEV
logoEV