Civitanova: pescherecchio affonda dopo incidente. Motonave coinvolta approda ad Ancona

guardia costiera 1' di lettura Ancona 03/12/2014 - Incidente in mare a Civitanova quano un pescherecchio locale è affondato. Motonave battente bandiera maltese presumibilmente coinvolta approda ad Ancona per accertamenti.

A farne le spese il pescherecchio Nika, di base al porto di Civitanova, affondato, a circa 44 miglia dalla costa marchigiana, dopo un sinistro marittimo il 2 dicembre scorso alle ore 14 circa, al largo del porto di Civitanova Marche. Nonostante il natante è affondato rapidamente sono salvi i tre membri dell’equipaggio (i fratelli Vincenzo e Fedele Amato e il marinaio Stefano Diomedi, rimasti a bordo di una scialuppa calata d'urgenza) soccorsi da un'altro motopeschereccio, il “Giglio del Mare”, che si trovava in zona durante l'accaduto. Poi raggiunto ed assistito da un’unità della Guardia Costiera inviata sul posto dalla Capitaneria di Porto di Ancona.

Un’altra motovedetta, su disposizione della stessa Autorità Marittima, provvedeva ad intercettare la motonave “Fides” presente in zona al momento dell’urto e, presumibilmente, coinvolta nel sinistro. A quest’ultima è stato quindi richiesto di dirigersi verso il porto di Ancona per gli accertamenti di rito ed al fine di acquisire ulteriori elementi dal Comandante dell’unità. Si tratta in particolare di una nave da carico battente bandiera maltese, partita da Monfalcone e diretta in Turchia. La nave è entrata in porto ad Ancona mezz'ora dopo la mezzanotte del 3 dicembre. Tutt'ora in corso le verifiche di rito e gli accertamenti di Polizia giudiziaria.






Questo è un articolo pubblicato il 03-12-2014 alle 16:42 sul giornale del 04 dicembre 2014 - 1359 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, ancona, guardia costiera, vivere ancona, laura rotoloni, vivereancona.it, redazione@vivereancona.it, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/acrz