contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Emergenza freddo, senza tetto: il Comune potenzia il servizio

2' di lettura
1047

clochard e senzatetto

Emergenza freddo, potenziato il servizio di accoglienza per i senza tetto.

L’Amministrazione comunale, a causa dell’ondata di maltempo e della forte diminuzione delle temperature, ha potenziato dal 27/12 il servizio di accoglienza ad “Un tetto per tutti” la struttura che, situata in via Flaminia, offre un pasto caldo e un ricovero notturno ai senza fissa dimora durante tutto l’arco dell’anno. In questi giorni “Un tetto per tutti” potrà ospitare fino ad un massimo di 30 uomini adulti (in caso di necessità fino a 35 posti) senza fissa dimora e il servizio sarà offerto 24 ore su 24. Per le donne sole o con minori al seguito invece l’accoglienza sarà possibile nella struttura gestita dalle suore francescane “Opera di Padre Guido” o all’albergo Italia (strutture con cui il Comune ha stipulato una convenzione). Dell’ampliamento dell’accoglienza sono state informate oltre a Prefettura e Questura, anche le associazioni di volontariato che operano nel territorio e che possono segnalare al Servizio Sociale/Servizio Pronto Intervento sociale i casi in situazione di estrema necessità. Nella giornata di oggi inoltre, si è svolto un incontro promosso dall’Amministrazione con le associazioni di volontariato coinvolte per un ulteriore implementazione servizio di accoglienza per i senza tetto. Inoltre è attiva la struttura di Palombina che ospita tre nuclei familiari, con minori, per un totale di 14 persone. “Cerchiamo di dare una risposta in tempo reale a coloro che sono senza tetto ma al contempo, operiamo anche per dare un’assistenza a quelli che non vogliono trovare ricovero in una struttura adeguata in questi giorni di grande freddo. Stiamo lavorando con una forte sinergia tra le varie realtà che sono presenti nel territorio sia a livello istituzionale sia su base volontaria” ha commentato l’assessore ai Servizi Sociali Emma Capogrossi la quale ha poi aggiunto “Tutto questo è frutto di un lavoro di rete, avviato da tempo, e che vede insieme Prefettura, Questura, Polfer, Polizia Municipale,Protezione Civile Regione Marche, Croce rossa, Associazione Confraternita Misericordia Ancona, Opera di padre Guido, SS. Annunziata, Associazione di Strada e Associazione Avvocati di Strada che colgo l’occasione per ringraziare per il sostanziale apporto che forniscono nell’affrontare queste problematiche nella nostra città. Grazie al costante monitoraggio della situazione valuteremo ulteriori misure necessarie ”.



clochard e senzatetto

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-12-2014 alle 23:20 sul giornale del 31 dicembre 2014 - 1047 letture