contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Tombolini: "Il Centro Sinistra è di tutti, meglio non dividerlo con nessuno!"

2' di lettura
6402

Stefano Tombolini

Il PD soffre di prepotenza e così alimenta in se stesso il senso di distruzione che spesso nella sua storia l’ha danneggiato.

Primarie non solo ancora senza candidato, come stessimo parlando dell’ultimo nato tra i partiti che costretto a cercare con il lumicino un nome presentabile, ma anche senza Marche2020 o meglio senza Spacca. Così ci troveremo da una parte un “programma per lo sviluppo della Regione” e dall’altra ad immaginare il candidato che la governerà. Marche2020 ha incontrato il favore di molti che ne hanno seguito il percorso che da associazione l’ha portato a voler essere un partito, con un successo dovuto alla concretezza dei risultati e alla chiarezza dei progetti.

Il PD parte invece da un radicamento storico nel territorio, ma soffre di una leadership che non sa rigenerarsi nei ruoli né nei ragionamenti, che rischia di assottigliare il numero degli aderenti. Vecchi “burosauri” affiancati a giovani burocrati che parlano della necessità di rinnovare dopo 25 anni il governo regionale, ma che di fatto non hanno saputo e non sanno costruire una generazione di nuovi leader , capaci e condivisi.

Dentro al “centro sinistra” in questo momento ci vogliono correre un po’ tutti in un bel girotondo attorno ad un PD che da per scontato il risultato delle elezioni, e pensa solo ai giochetti interni e alle lotte intestine. Sul Programma nemmeno una parola, nella autoreferenziale certezza che il primo obbiettivo è riempire le caselle del potere. Se è vero che Spacca è un veterano della Regione, diversa la questione non è per Marcolini, mentre qualcuno pensa che sia meglio l’inesperienza in attività di Governo che è racchiusa nella Sen. Fabbri sostenuta dalla collega Amati, quella che fu Presidente della Regione Marche nel quinquennio 1995-2000 e che da allora rappresenta il “nuovo” che avanza nel Partito Democratico a tutti livelli. Dovremmo dire “chi è senza peccato scagli la prima pietra”, ma invece preferiamo sottolineare che le esclusioni, gli apparentamenti sono tutti riferiti alla vecchia e consolidata SPARTITOCRAZIA, con l’aggravante che questo PD vuole esercitarla solo al suo interno. Provincia insegna!



Stefano Tombolini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-01-2015 alle 15:22 sul giornale del 19 gennaio 2015 - 6402 letture